Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'evoluzione del sistema monetario internazionale

In questo studio sul Sistema Monetario Internazionale ho affrontato l’evoluzione che esso ha avuto nel corso del tempo.
La storia di questo complesso sistema è un susseguirsi di tentativi indirizzati verso la creazione d’istituzioni volte ad ottenere benefici dal processo di creazione di moneta a livello internazionale e dall’esigenza di regolare i rapporti di cambio e il meccanismo dei pagamenti internazionali, evitando al tempo stesso le crisi inerenti ad un sistema competitivo.
Uno degli aspetti più interessanti di quest’analisi è la possibilità di vedere l’evoluzione dei mercati internazionali e l’insieme dei successi e dei fallimenti che i sistemi hanno conseguito.
Nel corso di quest’evoluzione si è passati da periodi caratterizzati da una notevole stabilità dei tassi di cambio, ad altri segnati da una gran variabilità.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 3 Introduzione Nelle società primitive la moneta non esisteva. Gli scambi venivano effettuati con il sistema del baratto, lo scambio di merci contro merci Ma questo sistema presentava degli inconvenienti. Per questo motivo molti gruppi sociali hanno gradualmente individuato una merce che fosse accettata da tutti, divisibile e non deperibile. Detta merce che veniva data in pagamento in tutti gli scambi era la moneta. Presso i romani tale moneta era chiamata pecunia da pecus che significava bestiame. In Grecia fu chiamata Dracma, cioè un insieme di sei chiodi. Questi oggetti furono soppiantati dai metalli preziosi ( oro e argento ). Inizialmente erano utilizzati in veghe o lingotti, in seguito sotto forma di monete e successivamente, per eliminare

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gianluca Sambati Contatta »

Composta da 146 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4517 click dal 19/02/2008.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.