Skip to content

Il significato della velazione nella religiosità antica

Informazioni tesi

  Autore: Doriano Vittori
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Maria Gabriella Belgiorno De Stefano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 169

Il mio studio si propone di analizzare l'uso della velazione, pratica che affonda le proprie radici in momenti storici, antichi e religiosi remoti, ma che e’ presente ancora con diverse accezioni non solo in Medio Oriente, bensì in molti paesi del mondo.Di certo si può sostenere che la velazione (atto rappresentativo di coprire il corpo, in particolare il capo, con un oggetto che ha valore religioso) e’ nata
originariamente come una protezione nei confronti degli agenti atmosferici, quali la sabbia o la polvere, e per contesti antropologico-sociali.Attualmente la velazione è prevalentemente identificata con l'Islam (patriarcale, arcaico, intollerante, oppressivo), e in tale ampio contesto mondiale esso testimonia la differenza storica, culturale e religiosa di genere che si collega ad una interpretazione dell'identità della persona divina, attraverso un segno di salvaguardia di purezza di santità antica.Si ricorda, ad esempio, che il “velo” era usato dalle donne greche e dalle donne romane aristocratiche per poi essere adottato in ambito religioso dalla società bizantina, dove si associava alla figura della Madonna, sempre velata.L’incontro nella comunità politica di culture spesso profondamente diverse per costumi, religioni e tradizioni spinge gli Stati nazionali ad affrontare il problema più sul piano amministrativo che normativo.


Questa multiculturalità e la conseguente multireligiosità fanno emergere la consapevolezza di trovarsi di fronte ad un problema che normalmente vede nel simbolo di appartenenza religiosa l’oggetto e motivo ispiratore del problema stesso.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
AutoreDORIANOVITTORI Ilsignificatodellavelazionenellareligiositàantica PREMESSA Il mio studio si propone di analizzare l'uso della velazione, pratica che affonda le proprie radici in momenti storici, antichi e religiosi remoti, ma che e’ presente ancora con diverse accezioni non solo in Medio Oriente, bensì in molti paesi del mondo. La storia dell'umanità, infatti, è caratterizzata da un ampio movimento di popoli e di culture che contribuirono alla creazione continua di reti e intrecci tra persone provenienti da contesti socio-culturali, religiosi e politici diversi. Tra le diverse epoche storiche ricordiamo, ad esempio, gli interscambi culturali avvenuti nel califfato islamico,  4

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

afganistan,mediterraneo,medioriente,asia,
alterità,comunità islamica,islamismo,islamico
cedu,convenzione europea dei diritti umani,art.9
civiltà assiro babilonese medioriente asia europa
corte europea dei diritti umani,cortedi strasburgo
discriminazione femminile
donne greche,donne romane,matrona,vestale
ebraismo,cristianesimo,islam,musulmano,muslim
fini lini, turbante,copricapo,talebani,afgani
indoeuropea diritto libertà religiosa
integralismo,fondamentalismo,torri gemelle,
kippah,crocefisso,velate,
libertà di pensiero,coscienza e religione,
liela sahin,karaduman,erbakan,dhalab,svizzera,
nihab,burka,indoeuropea,comunità,tribù,mecca,
pallium,palla,toga,mantello,
persia,iran,komeini,rivoluzione iraniana
pregiudizio,discriminazione di genere,
profeta maometto,harem,califfato,corano,sura,
refa phalevi,egitto,faraone,nemes,lino,tessuto
simboli religiosi,appartenenza religiosa,tallit,
turkia,laicità,laico,confessionale,neutrale
velo,velo islamico,veiled,veil,chador,foulard,
versetto,humma,hijab,paolo di tarso,corinto,medina

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi