Skip to content

Progetto dell'ampliamento del laboratorio chimico della raffineria Saras di Sarroch. Confronto tra la realizzazione proposta con techiche tradizionali e le ipotesi High-Tech.

Informazioni tesi

  Autore: Mauro Orrù
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria edile
  Relatore: Raimondo Setzu
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 70

L’argomento della tesi prende avvio dal progetto esecutivo relativo all’ampliamento del “nuovo laboratorio chimico” della Saras, alla cui realizzazione ho avuto modo di prendere parte durante il periodo di tirocinio facoltativo presso l’R.P. Sarda, società di progettazione edilizia con sede in Sarroch.
Tale realizzazione ha seguito criteri tradizionali, adottando soluzioni progettuali, tecniche costruttive e materiali di uso comune come il calcestruzzo armato, i laterizi ed altri manufatti usualmente impiegati nell’edilizia corrente.
Sulla base di tale constatazione ho ritenuto utile esaminare, come ipotesi alternativa, lo stesso tema progettuale con un ottica diversa, individuando come più opportuna la scelta di una soluzione high-tech per la realizzazione di un laboratorio in un tale contesto.
In tal senso la mia tesi di laurea, seppure non giunga a una riprogettazione dell’edificio, esamina gli aspetti principali che sottolineano le grandi differenze di approccio progettuale e di contenuti che contraddistinguono tali differenti scelte.
A tale scopo mi è parso utile riesaminare alcuni dei più interessanti esempi di progettazioni high-tech, analoghi a quello in discussione, ed in particolare quelli progettati ed eseguiti dal gruppo di fama internazionale guidato dall’architetto inglese Richard Rogers.
Gli esempi scelti, sono infine stati messi a confronto con l’edificio tradizionale progettato a Sarroch seguendo tale criterio: la maglia modulare, i caratteri tipologici, il linguaggio architettonico e i materiali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 PREMESSA Secondo quanto previsto dal piano di studi del corso di laurea triennale in ingegneria edile, nel periodo compreso tra il 10 gennaio ed il 10 marzo 2005 ho svolto il tirocinio facoltativo di 150 ore presso l’R.P. Sarda, società di progettazione edilizia con sede in Sarroch, società a responsabilità limitata costituita nel 1997 e concepita in modo tale da offrire tutti i servizi di ingegneria necessari alle grandi aziende presenti nel campo della raffinazione e della petrolchimica, o in generale nell’ambito industriale; presenta nel proprio organico tecnici in grado di sviluppare la progettazione relativa a tutte le discipline dell’ingegneria. Durante tale periodo, affiancato al team di progettisti dell’azienda, ho avuto la possibilità di partecipare attivamente alla realizzazione del progetto esecutivo relativo all’ampliamento del “nuovo laboratorio chimico” della Saras (gruppo industriale del settore petrolifero). Tale realizzazione ha seguito criteri tradizionali, adottando soluzioni progettuali, tecniche costruttive e materiali di uso comune come il calcestruzzo armato, i laterizi ed altri manufatti usualmente impiegati nell’edilizia corrente. Questa scelta progettuale operata dai progettisti della società R.P. Sarda, seppure giustificata da esigenze di praticità e dalla necessità di impiegare le maestranze disponibili in loco oltre che dalle economie di una piccola impresa di costruzioni, potrebbe apparire inadeguata se giudicata sotto il profilo più propriamente architettonico, soprattutto in relazione al tema progettuale ed al contesto in cui viene inserito l’edificio. Sulla base di tale considerazione, ad integrazione e ad ulteriore sviluppo e applicazione di quanto appreso sia nell’esperienza di tirocinante sia negli studi universitari ed in particolare nei corsi di composizione architettonica, ho ritenuto utile esaminare, come ipotesi alternativa, lo stesso tema progettuale con un ottica diversa, individuando come più opportuna la scelta di una soluzione high-tech per la realizzazione di un laboratorio in un tale contesto. In tal senso la mia tesi di laurea, seppure non giunga a una riprogettazione dell’edificio, esamina gli aspetti principali che sottolineano le grandi differenze di approccio progettuale e di contenuti che contraddistinguono tali differenti scelte. A tale scopo mi è parso più opportuno e di grande utilità riesaminare alcuni dei più interessanti esempi di progettazioni high-tech, proposti per realizzare

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

flessibilità
high tech
il linguaggio architettonico
soluzioni progettuali
tecniche costruttive

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi