Skip to content

Rotte e pellegrini sul "Camino de Santiago"

Informazioni tesi

  Autore: Stefania Garbarino
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue straniere per la comunicazione internazionale
  Relatore: Pier luigi Crovetto
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 121

La presente tesi intende illustrare il tema del pellegrinaggio a Santiago di Compostella, analizzando in particolar modo la figura di san Giacomo e la sua traversata dalla Spagna assediata dai musulmani, fino al Sud America. San Giacomo, infatti, nei secoli assume l’importante ruolo di protettore e comandante contro le forze degli “infedeli”, mutando da Matamoros a Mataindios.

I quattro capitoli che compongono la tesi sono dunque suddivisi secondo due grandi aree geografiche, la prima (che riguarda i tre capitoli iniziali e il principio del quarto) relativa agli eventi che ebbero luogo in area europea e l’ultima che tratta di quanto avvenuto in sud America durante la conquista.

Il primo capitolo affronta il vasto tema del pellegrinaggio, in particolare del pellegrinaggio cristiano e dei motivi che portano i fedeli a compierlo, soffermandosi poi sulla peregrinazione a Compostella. Si parte dai tratti caratteristici dei pellegrini, passando per le condizioni delle strade e i tempi di percorrenza, dei momenti di crisi e rinascita del camino nei diversi periodi storici, fino al ruolo esercitato dai monaci cluniacensi nel trasformare il cammino verso la Galizia in vettore di occidentalizzazione delle terre europee (il tema dell’identità europea sarà ripreso anche nel quarto capitolo).

Il secondo capitolo si sofferma sulla figura di Giacomo detto “Il Maggiore”, attingendo notizie sulla sua vita dalla bibliografia che tratta il tema, come La legenda aurea di Iacopo da Varazze, La Historia Compostelana (opera minore scritta a più mani) e Il Liber Sancti Jacobi, conosciuto anche come Codex Calixtinus, il cui autore è considerato il francese Aymericus de Picaud. Sono anche descritti i poteri soprannaturali attribuiti al santo e la “concorrenza” che a volte la devozione popolare ha creato tra le virtù miracolose di Giacomo e quelle di Maria. Chiude il capitolo una descrizione sull’iconografia jacopea nelle vesti di santo, pellegrino e, infine, Matamoros, argomento che poi sarà ripreso nel capitolo conclusivo.

Il terzo capitolo descrive alcune sezioni della Guida del pellegrino di Santiago, ovvero il quinto capitolo del Liber Sancti Jacobi, che rappresenta uno dei testi più importanti per quanto riguarda la storia del pellegrinaggio compostellano ed un rilevante esempio di quella letteratura di viaggio che nasce con le tre peregrinationes maiores. Si cercherà di comprendere meglio a chi è stato attribuito questo testo, soffermandosi poi sulla viabilità medievale italiana verso Compostella. Saranno dunque descritte le quattro vie maggiormente battute dai pellegrini europei del medioevo: la Tolosana, la Podense, la Lemovicense e la Turonense, illustrando poi anche le strade interne della Spagna sul cammino verso Santiago. Giunti virtualmente alla meta, si descriverà la città stessa e la sua cattedrale, soffermandosi sull’ospitalità del tempo verso i pellegrini, sia negli alberghi, sia nelle abitazioni dei privati.

Il quarto capitolo, infine, si può suddividere in due parti. Nella prima si tratta la figura di Santiago Matamoros, tentando di approfondire il difficile rapporto tra cristianità e lo sviluppo del concetto di Europa nella storia, cercando un nesso tra Europa e Christianitas e analizzando poi le relazioni intercorse tra i territori cristiani d’Europa e i regni islamici, i diversi punti di vista degli uni rispetto agli altri e soffermandosi sul tema della guerra giusta. Si approfondisce dunque la figura del Santiago, esaminando il tema già abbozzato nel secondo capitolo. La seconda parte del capitolo analizza invece la figura del Santiago “trasportato” aldilà dell’oceano, il Santiago detto mataindios. Un santo che combatte a fianco dei conquistadores contro i nativi americani: eppure si vedrà come anche gli americani siano così affascinati dal carisma di questa figura da volerlo “adottare” come loro protettore.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5Introduzione La presente tesi intende illustrare il tema del pellegrinaggio a Santiago di Compostella, analizzando in particolar modo la figura di san Giacomo e la sua traversata dalla Spagna assediata dai musulmani, fino al Sud America. San Giacomo, infatti, nei secoli assume l’importante ruolo di protettore e comandante contro le forze degli “infedeli”, mutando da Matamoros a Mataindios. I quattro capitoli che compongono la tesi sono dunque suddivisi secondo due grandi aree geografiche, la prima (che riguarda i tre capitoli iniziali e il principio del quarto) relativa agli eventi che ebbero luogo in area europea e l’ultima che tratta di quanto avvenuto in sud America durante la conquista. Il primo capitolo affronta il vasto tema del pellegrinaggio, in particolare del pellegrinaggio cristiano e dei motivi che portano i fedeli a compierlo, soffermandosi poi sulla peregrinazione a Compostella. Si parte dai tratti caratteristici dei pellegrini, passando per le condizioni delle strade e i tempi di percorrenza, dei momenti di crisi e rinascita del camino nei diversi periodi storici, fino al ruolo esercitato dai monaci cluniacensi nel trasformare il cammino verso la Galizia in vettore di occidentalizzazione delle terre europee (il tema dell’identità europea sarà ripreso anche nel quarto capitolo). Il secondo capitolo si sofferma sulla figura di Giacomo detto “Il Maggiore”, attingendo notizie sulla sua vita dalla bibliografia che tratta il tema, come La legenda aurea di Iacopo da Varazze, La Historia Compostelana (opera minore scritta a più mani) e Il Liber Sancti Jacobi, conosciuto anche come Codex Calixtinus, il cui 5

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

arabi
camino de santiago
compostela
conquistadores
devozione
islam
mataindios
matamoros
nuovo mondo
pellegrinaggi
pellegrinaggi spagna
pellegrinaggio
reconquista
san giacomo
santiago compostella

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi