Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'overbooking aereo. Analisi della disciplina e delle problematiche.

L'overbooking è una prassi adottata dalle compagnie aeree che vendono un numero maggiore di biglietti aerei rispetto ai posti disponibili, al fine di evitare il rischio di far viaggiare l'aereo semivuoto e, confidando, nelle disdette all'ultimo momento.Questa pratica nasce però dalla esigenza del vettore di cautelarsi nei confronti di quel comportamento scorretto degli utenti chiamato “no show” vale a dire “ mancata presentazione ”....
Di fatto accade, pertanto, con molta frequenza che le vacanze vengano contrassegnate, in molti casi, dalla sgradevole sorpresa per il viaggiatore di vedersi negato il proprio imbarco. Superato lo scoramento iniziale, il consumatore avverte immediatamente l'esigenza di attivare tutte le iniziative necessarie al ristoro dei danni subiti, ma nella stragrande totalità dei casi, questi non conosce né gli strumenti di tutela, né gli enti ai quali indirizzarsi, né le eventuali iniziative giudiziarie da intraprendere. Appare quanto mai opportuno tracciare un'analisi della normativa in materia integrata dagli ultimi orientamenti giurisprudenziali, di modo che anche il viaggiatore più sprovveduto sia reso consapevole degli strumenti di tutela previsti dall'ordinamento, sia a livello di convenzioni internazionali, sia a livello di norme comunitarie e nazionali.
Con l'affermarsi del turismo di massa, infatti, nasce l'industria delle vacanze e, pertanto, si avverte la necessità di una regolamentazione della materia. Oggi il turismo è uno dei settori più importanti dell’economia, ma per molto tempo il legislatore e, di conseguenza, la giurisprudenza e la dottrina si sono disinteressati del turismo che era un fenomeno per lo più locale e a carattere elitario.Il settore è attualmente disciplinato, per quanto riguarda il trasporto aereo internazionale dalla Convenzione di Montreal del 28 maggio 1999 e dai Regolamenti (immediatamente applicabili negli Stati membri) CE 889/02 (sulla responsabilità del vettore aereo) e CE 261/2004 (sulle regole comuni in caso di negato imbarco, di cancellazione del volo o di ritardo prolungato).
Il testo completo del Regolamento 11 febbraio 2004 (2004/261/CE) che istituisce regole comuni in materia di compensazione ed assistenza ai passeggeri in caso di negato imbarco, di cancellazione del volo o di ritardo prolungato ha di fatto abrogato il precedente regolamento (CEE) n. 295/91. L’Unione europea ha da tempo aperto un’indagine finalizzata ad accertare l’effettiva applicazione, negli stati membri, del regolamento comunitario n. 261/2004. Ha preso tale iniziativa perché ritiene che tale regolamento resti ancora poco applicato, e quindi ha voluto promuovere una forte iniziativa perché i diritti dei passeggeri, riconosciuti sulla carta, siano effettivamente applicati. I vettori aerei, in buona sostanza, esercitano una forte resistenza e nella stragrande maggioranze dei casi, continuano ad ignorare la sopra indicata normativa. Per tali motivi è importante che, comincino ad arrivare anche le sentenze dei Giudici......
A corredo della presente tesi è stata inserita una originale presentazione (con foto) in PowerPoint che schematizza e rende maggiormente comprensibile la problematica dell'overbooking.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE Lo scopo del presente studio è quello di analizzare i principali profili dell’ istituto dell’ overbooking attraverso l’ esame delle linee evolutive, dei principi ispiratori del quadro normativo e dell’ esperienza giurisprudenziale. Quello dell’ overbooking è un fenomeno assai complesso nelle motivazioni e nelle modalità di attuazione che non può essere trattato in maniera esaustiva se non prendendone in considerazione in modo sistematico i singoli e molteplici aspetti costitutivi. Da queste premesse, è evidente quanto impellente e pressante risulti essere la preoccupazione del giurista di approfondire l’ analisi e lo studio di tale materia, al fine di individuarne le determinanti giuridiche di fondo sulle quali strutturare l’ impalcatura di un quadro normativo ed istituzionale che tenda alla tutela del consumatore turista, inteso quale fruitore ed utente dell’ intera gamma di beni e servizi turistici presenti sul mercato e sia in grado di assicurare una disciplina sistematica realmente al passo coi tempi. In questo contesto ed entro i limiti indicati si colloca la presente indagine che, lungi dal volere essere una completa ed esaustiva esposizione dell’ argomento trattato, mira a fornire alcuni strumenti che possano essere di ausilio nella ricerca e nello studio particolareggiato della tematica relativa agli aspetti giuridici del fenomeno dell’ overbooking.

Tesi di Master

Autore: Jessica Valentini Contatta »

Composta da 36 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4313 click dal 29/02/2008.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.