Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Legge 476/98 di esecuzione della Convenzione dell'Aja del 1993

La ratifica della CONVENZIONE DELL'AJA del 1993 sull'adozione internazionale, eseguita in Italia con la legge 476/98, il procedimento dell'adozione pre-ratifica e a seguito della suddetta.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAPITOLO I L’adozione internazionale nel regime previgente e le norme di conflitto contenute nella legge 218/95 1.1 La legge 184/83 L’adozione internazionale può definirsi come l’istituto giuridico che costituisce – in capo al minore straniero o minore italiano dichiarato in stato di abbandono e trasferito dal Paese d’origine in Italia o nel Paese d’accoglienza (art.29 bis e 40) – l’acquisto della qualità di figlio legittimo dei coniugi adottanti, aventi nazionalità diversa (cittadini o stranieri), con la contestuale cessazione di ogni rapporto giuridico con la famiglia biologica. 1 L’origine del fenomeno dell’adozione internazionale è da rinvenirsi negli effetti della legge 431/67 istitutiva dell’adozione speciale. Questa, infatti, unitamente alla capillare diffusione del servizio sociale e alle accresciute disponibilità economiche di quel periodo storico, aveva contribuito a svuotare gli istituti, creando l’esigenza di rivolgersi all’estero per l’adozione dei minori. La stessa legge 431/67, però, non aveva nessuna norma che disciplinasse in modo analitico questo tipo di adozione. Infatti, l’unico riferimento era rappresentato dall’art. 5 della legge 431, il quale si limitava a precisare che “il minore di nazionalità straniera,legittimato per adozione da coniugi italiani, acquistava di diritto la cittadinanza degli adottanti”. Solo nel 1983, con la legge n. 184, rubricata “Disciplina dell’adozione e dell’affidamento dei minori”, fu introdotto e regolamentato, per la 1 BEGHE’-LORETI, Aspetti di diritto internazionale e di diritto interno, Padova, 1995.

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Anna Maria Tripodi Contatta »

Composta da 79 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2315 click dal 05/03/2008.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.