Skip to content

Nuovi volti nel centro di Torino: le due facce della multiculturalità

Informazioni tesi

  Autore: Irene Caboni
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Scienze del turismo
  Relatore: Laura Bonato
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 76

La tesi tratta il tema dell'immigrazione nella città di Torino, in particolare nella zona del centro e di Porta Palazzo, con tutte le implicazioni, positive e negative, che questa comporta. Molto importante la ricerca sul campo, ho preferito partire da questa, intervistando immigrati di diverse nazionalità, ma anche italiani, per conoscere i diversi punti di vista su una realtà che ci tocca sempre più da vicino.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa L’idea di una tesi sull’immigrazione nasce dall’osservazione del centro di Torino e di com’è possibile notare sempre più la presenza di persone provenienti da altri paesi: attività commerciali gestite da stranieri, presenza di individui di diverse nazionalità nelle università, nei locali pubblici, per strada, nelle scuole. L’Italia non ha una tradizione forte di immigrazione radicata nel proprio passato coloniale, come la Francia o l’Inghilterra, né ha programmato gli ingressi in funzione dell’industrializzazione come la Germania o il Belgio. Negli ultimi trent’anni, ma in particolare nell’ultimo decennio, il nostro paese é entrato in contatto con altre realtà, e ora sappiamo che l’Italia é un paese destinato a convivere con l’immigrazione, fenomeno diffusosi non solo nelle grandi città, ma anche nei piccoli centri e nelle campagne. Bisogna perciò considerare l’immigrazione non un fenomeno provvisorio, ma ormai come una componente strutturale dell’insieme sociale, culturale e economico del nostro paese. La visibilità del fenomeno é attualmente molto aumentata, anche per la presenza di famiglie intere di migranti, riunitesi grazie al ricongiungimento familiare (Ambrosini, 2001). A Torino, come nelle altre parti del paese, la presenza di cittadini provenienti da altri paesi, da altre tradizioni e culture, e il conseguente formarsi di una società sempre più multietnica fa emergere nuovi bisogni, con la conseguente necessità di modificare alcuni aspetti della società. La società multiculturale in cui - almeno in parte - oggi viviamo, é in fase di sviluppo, e si appresta a diventare una realtà che comprende opportunità e potenzialità ma anche diverse problematiche. Multiculturalità però non significa indebolimento delle identità nazionali e abbandono delle tradizioni locali a cui ci si sente legati; al contrario, la multiculturalità nasce dal rispetto profondo tra culture differenti, e questo può avvenire solo quando ci si apre ad una reciproca conoscenza. Si presuppone che le identità e le tradizioni locali e nazionali siano così forti da poter convivere con altre, completamente diverse, senza per questo sentirsi minacciate. In realtà ciò che rende forte una identità è proprio la capacità di “mantenere la propria unitarietà e la propria continuità di fronte a un destino perennemente mutevole” (Favaro – Bordogna, 1989, p. 90). In una città che ogni giorno si confronta con culture e lingue diverse, ho ritenuto importante analizzare le modalità di convivenza e di integrazione di questi stranieri con gli autoctoni e con il territorio che occupano, le relazioni che si vengono a creare tra comunità straniere e comunità torinese, i modi in cui questa presenza viene percepita da chi vive quotidianamente questi luoghi, i cambiamenti che vengono a crearsi da entrambe le parti. Per farlo, oltre allo studio antropologico, mi è sembrato doveroso chiedere ai diretti interessati che sono entrati in contatto col territorio in cui vivono, studiano, lavorano o svolgono qualsiasi altra attività in modo continuativo. Girando per Porta Palazzo, ma in generale nella città di Torino, chiunque può notare quanto negli ultimi anni la città stia cambiando volto, e non solo per la presenza dei “nuovi italiani” che vediamo per le strade. 4

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

africa
cultura materiale
integrazione
intercultura
maghreb
melting pot
porta palazzo
religione
volti nuovi
straniero
musulmano
autoctono
cittadinanza, citizenship
razzismo, racism, race, razza
antropologia, antropology
multirazziale , multiracial
cina, asia, india
coppie miste, mixed race, mixed couples
diversitá, diversity, mix
est europa, eastern europe, middle east, muslim
immigrazione, immigration
globalizzazione, global
scambi culturali, culture
torino, italy

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi