Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le origini del battismo: John Smyth e la prima chiesa battista inglese

La tesi tratta l'insegnamento e l'azione di John Smyth, un prete anglicano , vissuto a cavallo tra la fine del xvi sec. e l'inizio del xvii sec. che segue le idee puritane e separatiste, a causa delle quali fu costretto a fuggire con un gruppo di discpoli in Olanda, formando una chiesa separatista, la cui caratteristica fu quella di includere nella comunità soltanto persone che confessavano una fede responsabile suggellata dal battesimo degli adulti o dei credenti, che inizialmente fu un atto atipico, consistente nel battesimo di se stesso. In seguito smyth rinnega l'atto dell'autobattesimo e esprime il desiderio di unirsi con la chiesa mennonita( Chiesa anabattista), causando il dissenso all'interno della neonata chiesa anabattista e la scissione. Thomas Helwys e una dozzina di persone si dissociarono dando vita a una nuovo gruppo, che ritornerà in Inghilterra( a Spitafields, un sobborgo di Londra) e darà vita al movimento battista.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Il Battismo è uno dei movimenti cristiani spiritualmente più vitale e socialmente più influente del Protestantesimo. Gruppo facente parte delle chiese separatiste, sorto in seno al Protestantesimo inglese, esso, pur costituito da gruppi di diverso orientamento teologico, possiede una rilevante peculiarità teologica e dottrinale, il battesimo degli adulti, che lo distingue dalle grandi confessioni cristiane. La storia dei Battisti inizia in Olanda , ad Amsterdam, con un manipolo di rifugiati inglesi guidati da un ex ecclesiastico anglicano, John Smyth, considerato il padre delle moderne chiese battiste, di cui parleremo più diffusamente nel prossimo capitolo. I Battisti sono il risultato di una intensa e radicale attività riformatrice attuata da gruppi di dissidenti sorti all'interno della Chiesa d' Inghilterra, i Puritani e i Separatisti. Nei primi decenni del 17° secolo emersero in Inghilterra due grandi gruppi di Battisti differenti tra loro nel modo di concepire il concetto cristiano di salvezza e l'organizzazione ecclesiale: "The General Baptists" (Battisti Generali), il primo gruppo battista sorto nel primo decennio del 1600, la cui fede è posta sull'azione salvifica universale di Cristo, ossia ogni persona che crede in Cristo è salvata. Essi accentuano il valore della libera volontà nell'adesione o nel rifiuto della grazia. Questo modo di pensare era il risultato dell'influenza del teologo olandese Jacob Arminius(1560-1609). Il secondo gruppo, meglio conosciuto come "Particolar Baptists"(Battisti Particolari), emerse intorno al 1630. Influenzato dalla teologia calvinista, sosteneva una concezione soteriologia "particolare"ossia la salvezza cristiana non è universale né dipende dalla volontà umana, ma solo per coloro che sono predestinati o eletti da Dio. Essa suggella l'intera esistenza del cristiano attraverso il processo di santificazione e non può essere persa al contrario dei Battisti Generali che sostenevano la possibile perdita della salvezza. Il nostro sommario lavoro sulla genesi del Battismo abbraccia i primi Battisti, General Baptists (come movimento cristiano protestante emerso dagli sviluppi spirituali della Chiesa d'Inghilterra), in particolar modo sarà delineata la figura carismatica di John Smyth mentre quella di Thomas Helwys sarà brevemente accennata. La conclusione è dedicata a John Murton.

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Paolo Brancé Contatta »

Composta da 58 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 394 click dal 21/03/2008.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.