Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi delle performance di un gestore di fondi di closed-end funds

La tesi si propone di valutare le performance di un gestore di fondi che investono in closed-end funds, la cui peculiarità è avere un prezzo diverso dal NAV corrispondente. Generalmente si osserva che il fondo quota a sconto rispetto al NAV.
Dapprima si è approfondita la logica di funzionamento del core business della società, svolgendo una rassegna della letteratura teorica ed empirica atta a comprendere le cause del fenomeno dello sconto.
Inseguito l’analisi si è focalizzata sulla società d’investimento oggetto d’analisi. Dopo un’accurata descrizione del gruppo ed in particolare dell’investment process, sono stati descritti tramite grafici cinque fondi, le cui performance sono state successivamente analizzate. A causa della particolarità del contesto, i test sulla performance presenti nella letteratura finanziaria non riescono a spiegare le ottime performance della società, cha batte il rispettivo benchmark. Di conseguenza sono stati implementati degli indicatori ad hoc ed è stato sviluppato un modello per analizzarne uno più in dettaglio. La spiegazione ai risultati ottenuti, a prima vista sorprendente, si comprende tramite una maggiore comprensione delle logiche alla base dell’investment process.

Mostra/Nascondi contenuto.
SOMMARIO 7 Sommario Il lavoro di ricerca si pone l’obiettivo di sviluppare e applicare una metodologia per studiare le performance di un gestore di fondi che investono in closed-end funds. Il tema risulta interessante innanzitutto perché riguarda uno strumento finanziario la cui industria è molto sviluppata nel mondo, ma la cui diffusione sul mercato italiano è assai limitata. Il closed-end fund è un fondo comune d’investimento simile ad uno aperto, ma con una significativa differenza: la struttura fissa del capitale. Essendo il closed-end fund quotato, il prezzo di una singola quota è determinato dall’offerta e dalla domanda di mercato ed è solitamente diverso dal valore dei corrispondenti assets sottostanti. Generalmente, si riscontra che il fondo quota a sconto, ovvero ad un prezzo inferiore, rispetto al NAV. In secondo luogo l’argomento trattato è rilevante in quanto si focalizza su fondi che investono in una asset class particolare, ovvero i fondi chiusi. La letteratura finanziaria è da sempre stata attenta a valutare le performance dei fondi comuni d’investimento, ma si è sempre orientata verso le tipologie più diffuse. Tipicamente i fondi oggetto d’analisi sono stati fondi statunitensi che ripartiscono i capitali a disposizione tra le asset classes più comuni: azioni, obbligazioni, liquidità. Di essi, sin dagli anni Sessanta, sono stati studiati molteplici aspetti: le prestazioni complessive, la stazionarietà del rischio sistematico nel tempo, la market-timing ability dei gestori, la relazione tra rendimenti ottenuti e turnover dei manager, le relazioni tra performance d’investimento e le caratteristiche d’investimento del fondo, come ad esempio le commissioni manageriali. Gli studi si occupano in maniera minore anche di fondi internazionali, ripetendo in maniera simile le analisi svolte per quelli statunitensi. Tuttavia la letteratura si è dedicata solo parzialmente a studiare le performance di fondi che investono in fondi aperti, ed è pressoché nulla per ciò che riguarda indagini su fondi che investono in closed-end funds, poiché essi rappresentano una nicchia molto specializzata.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Dario Radaelli Contatta »

Composta da 267 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 529 click dal 18/03/2008.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.