Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gestione con garanzia dei fondi pensione e conseguenze finanziarie del nuovo regime fiscale

Questo lavoro ha come obiettivo principale la determinazione delle conseguenze finanziarie che si avranno sui portafogli dei fondi pensione con l'entrata in vigore del nuovo regime fiscale della previdenza complementare a partire dal 2001. Sono trattati più diffusamente argomenti specifici della matematica finanziaria quali il rescaled benchmark, le strategie di roll-over, e la gestione con rendimento del portafoglio minimo garantito.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 ABSTRACT Nel corso degli anni novanta si é resa necessaria una sostanziale riforma del sistema previdenziale obbligatorio italiano al fine di ripristinarne la sostenibilità finanziaria. La riforma Amato, attuata con il D.Lgs n°503 del 1992, e la riforma Dini, attuata con la legge n°335 del 1995, avevano come obiettivi principali sia il raggiungimento dell’equilibrio economico finanziario del sistema previdenziale obbligatorio, sia l’introduzione nel nostro paese di un secondo pilastro previdenziale, quello rappresentato dai fondi pensione. La normativa italiana che disciplina la previdenza complementare è contenuta nel D.Lgs. del 21 aprile 1993 n°124 successivamente modificato dalla legge n° 335 del 1995. Il nostro ordinamento opera due principali classificazioni per i fondi pensione: - fondi aperti e fondi contrattuali o di categoria, secondo la tipologia di fonti istitutive; - fondi a contribuzione definita e fondi a prestazione definita, a seconda del criterio usato per il calcolo delle prestazioni. I fondi contrattuali o di categoria possono essere istituiti per lavoratori dipendenti, per lavoratori autonomi e liberi professionisti e per i soci lavoratori di cooperative, in base ad accordi e contratti collettivi promossi dalle organizzazioni e associazioni( anche sindacali) di categoria, e nel caso dei lavoratori dipendenti anche in base ad accordi e contratti stipulati tra datore di lavoro e lavoratori. I fondi aperti sono fondi costituiti da gestori finanziari abilitati e dai gestori assicuratori, ai quali possono aderire tutti quei soggetti che per qualsiasi motivo non partecipano ai fondi chiusi. I fondi pensione di tipo contrattuale possono essere costituiti esclusivamente: - come soggetti giuridici di natura associativa; - come associazioni o fondazioni dotati di personalità giuridica;

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Angelo lalalala Contatta »

Composta da 130 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2993 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.