Skip to content

Nuove strategie di crescita nel settore pastario: analisi di un caso

Informazioni tesi

  Autore: Nicola Belli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi Gabriele D'Annunzio di Chieti e Pescara
  Facoltà: Scienze Manageriali
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Augusta Consorti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 168

La complessità dei mercati moderni espone ogni attore economico ad una concorrenza incalzante, costruita non solo sui fattori di prezzo, ma anche sui contenuti di qualità e di servizio dei prodotti e sulle loro capacità di rispondere ai bisogni, gusti, standard diversificati. L’internazionalizzazione dei mercati e le accelerazioni del progresso tecnologico rappresentano i fenomeni, complementari e sinergici, trainanti dello sviluppo economico del ventunesimo secolo. La straordinaria pressione esercitata da tali avvenimenti sui sistemi istituzionali, economici e sociali, ha generato cambiamenti strutturali alle dinamiche di un confronto competitivo, ricco di opportunità ma ugualmente mutabile per intensità e dimensione. Gli insuccessi economici e finanziari del nuovo millennio hanno disperso la presunzione e l’euforia irrazionale che avevano contraddistinto l’ultima parte degli anni novanta, riaffermando i principi fondamentali caratterizzanti le strategie di successo: profonda comprensione dell’ambiente competitivo, valutazione obiettiva delle risorse disponibili, declinazione e perseguimento di obiettivi semplici e coerenti, implementazione strategica efficace. In effetti, una strategia efficace viene considerata tale se è accompagnata da una valida implementazione e se è coerente con le caratteristiche del contesto esterno e con le proprietà dell’ambiente interno: obiettivi e valori, risorse e competenze, strutture e sistemi. Misurarsi all’interno di un’economia globale comporta l’individuazione di percorsi di crescita sostenibili nel tempo, capaci di preservare l’equilibrio tra gli investimenti profusi e la redditività attesa. Similmente, per avere successo nei mercati maturi, un’impresa deve dimostrare una maggiore propensione competitiva rispetto ai concorrenti, ottenuta grazie ad una migliore efficienza nell’utilizzo delle risorse ed attraverso una capacità di risposta tempestiva ai bisogni di consumo, lavorando sui contenuti di servizio e sull’innovazione continua. Dal quadro finora tratteggiato, appare chiaro come la scarsità delle risorse necessarie a competere, costringano le aziende a governare con crescente incisività la velocità del processo di definizione della strategia, selezionando accuratamente le iniziative su cui investire con un’attenta analisi dei ritorni potenziali e dei rischi connessi. Un approccio tanto specifico ha mutato la natura di tale processo strategico, focalizzando l’interesse su di un elemento ormai imprescindibile: la sostenibilità nel tempo. Pensare in termini di crescita sostenibile, significa crescere nel rispetto del potenziale di redditività aziendale, allocando le risorse disponibili in modo ottimale, al fine di garantire il massimo ritorno economico del portafoglio di iniziative attuabili. L’attenzione rivolta al settore della pasta alimentare secca, dimostra come l’affermazione delle aziende eccellenti possa avvenire inevitabilmente a scapito dei diretti concorrenti generando, nel contempo, un valore aggiunto per il consumatore finale. In tali ambiti, il potenziamento dell’offerta, volto alla conquista delle preferenze di consumo, si traduce nel processo continuo della gestione del valore, partendo dall’identificazione dei bisogni chiave del mercato, fino a concretizzarsi in interventi organizzativi, capaci di garantire prestazioni superiori.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
I Introduzione La complessità dei mercati moderni espone ogni attore economico ad una concorrenza incalzante, costruita non solo sui fattori di prezzo, ma anche sui contenuti di qualità e di servizio dei prodotti e sulle loro capacità di rispondere ai bisogni, gusti, standard diversificati. L’internazionalizzazione dei mercati e le accelerazioni del progresso tecnologico rappresentano i fenomeni, complementari e sinergici, trainanti dello sviluppo economico del ventunesimo secolo. La straordinaria pressione esercitata da tali avvenimenti sui sistemi istituzionali, economici e sociali, ha generato cambiamenti strutturali alle dinamiche di un confronto competitivo, ricco di opportunità ma ugualmente mutabile per intensità e dimensione. Gli insuccessi economici e finanziari del nuovo millennio hanno disperso la presunzione e l’euforia irrazionale che avevano contraddistinto l’ultima parte degli anni novanta, riaffermando i principi fondamentali caratterizzanti le strategie di successo: profonda comprensione dell’ambiente competitivo, valutazione obiettiva delle risorse disponibili, declinazione e perseguimento di obiettivi semplici e coerenti, implementazione strategica efficace. In effetti, una strategia efficace viene considerata tale se è accompagnata da una valida implementazione e se è coerente con le caratteristiche del contesto esterno e con le proprietà dell’ambiente interno: obiettivi e valori, risorse e competenze, strutture e sistemi. Misurarsi all’interno di un’economia globale comporta l’individuazione di percorsi di crescita sostenibili nel tempo, capaci di preservare l’equilibrio tra gli investimenti profusi e la redditività attesa. Similmente, per avere successo nei mercati maturi, un’impresa deve dimostrare una maggiore propensione competitiva rispetto ai concorrenti, ottenuta grazie ad una migliore efficienza nell’utilizzo delle risorse ed attraverso una capacità di risposta tempestiva ai bisogni di consumo, lavorando sui contenuti di servizio e sull’innovazione continua.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi