Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dinamiche familiari e progettualità educativa

La tesi é sudivisa in tre capitoli, il primo mette in evidenza gli aspetti che hanno contraddistinto la morfogenesi storico-culturale della famiglia. Quest'ultima da essere considerata una forma sociale tradizionale, negli ultimi anni diviene una realtà in continua e costante trasformazione. Nel secondo capitolo ci é sembrato peculiare, in questa fase storica, contraddistinta da una realtà sempre più frammentaria e da un evidente collaso educativo, ripensare i luoghi in cui si attua l'educazione dell'uomo: primo fra tutti la famiglia, quale "luogo, naturale, primo e privilegiato dell'educazione delle persone, del loro sviluppo e del loro inserimento nella società"; poi la scuola e l'ampio universo del non formale. Il terzo capitolo si apre con un interrogativo "quale avvenire per l'educazione familiare?" Una proposta significativa su cui abbiamo preferito soffermarci é la nascita di un nuovo progetto della e per la famiglia che abbia come obiettivo quello di chiarire le condizioni idonee affinché la realtà familiare possa rispondere adeguatamente alle nuove esigenze educative dei giovani, alle sfide di una società tanto disinteressata quanto frammentaria, al bisogno da parte delle nuove genrazioni di avere una maggiore stabilità e sicurezza affettiva ma soprattutto relazionale per superare tutte le difficoltà che, in un futuro così imprevedibile, possano verificarsi.
Certo il futuro dell'educazione familiare dipenderà molto anche dai giovani. Ma cosa pensano questi ultimi della famiglia? Essi, sempbrerebbe strano, ma continuano a considerare la famiglia un saldo punto di riferimento.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 PRESENTAZIONE Il presente lavoro nasce da alcune sollecitazioni maturate nel corso di questi anni di studio. In modo particolare le scienze che hanno maggiormente contribuito a far emergere la necessità di pensare ad una tesi dal titolo: “Dinamiche familiari e progettualità educativa” sono state la Pedagogia generale e la Pedagogia sociale. La prima mi ha consentito di porre le basi per quello che sarebbe stato il mio percorso universitario, offrendomi le prime conoscenze adeguate circa i concetti di “pedagogia” ed “educazione”, quest’ultima intesa come evento personale e interpersonale, nel quale l’esperienza di chi cresce (“prende forma”) è affiancata dalla “cura per l’altro”. La seconda, affrontando il tema della responsabilità, mi ha offerto spunti interessanti circa i luoghi in cui questa si attua, conosciuti come “luoghi della paideia”: la famiglia, la scuola, i gruppi, le associazioni e i movimenti. La tesi è suddivisa in tre capitoli, il primo mette in evidenza gli aspetti che hanno contraddistinto la morfogenesi storico-culturale della famiglia. Quest’ultima, da essere considerata una forma sociale tradizionale e immutabile, agli inizi del XXI secolo, diviene una realtà in continua trasformazione. I parametri che hanno caratterizzato quest’ultima sono: il mutamento dei ruoli maschili e femminili; il prolungamento della giovinezza; la “quasi scomparsa” esperienza della fraternità a causa del crescente fenomeno del “figlio unico”; il dato in crescita della popolazione anziana (“il pianeta cresce, ma incanutisce”) dovuto al sempre più basso tasso di natalità e all’innalzamento dell’aspettativa di vita; e, la crisi dei modelli familiari, coniugali e

Diploma di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Antonella Marazia Contatta »

Composta da 73 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4736 click dal 20/03/2008.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.