Skip to content

Analisi degli effetti del moto ondoso sulla stabilità delle conterminazioni di barena in laguna di Venezia

Informazioni tesi

  Autore: Carla Campanella
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria per l'ambiente e il territorio
  Relatore: Alberto Noli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 160

Nel lavoro di tesi sono descritte le elaborazioni condotte per definire l'entita' e il ruolo dell'azione del moto ondoso nell'ambito dell'equilibrio che regola l'evoluzione morfologica delle conterminazioni naturali di barena in Laguna di Venezia.

Cio' ha richiesto la messa a punto di un idoneo modello di analisi per interpretare i predetti processi e fornire delle stime quantitative sulla stabilita' delle conterminazioni di barena.
Per raggiungere tale scopo e' stato necessario superare le limitazioni legate ad un approccio di tipo deterministico in grado di produrre risultati in relazione a particolari eventi meteomarini.

Per integrare nel modello la variabilita' della forzante, delle condizioni al contorno e dell'effetto biostabilizzante della vegetazione e' stata sviluppata una metodologia basata sull'analisi di rischio, per rilevare in maniera attendibile gli effetti dell'azione erosiva delle onde.l'applicazione ha interessato diversi siti dell'intera area lagunare.

L'effetto stabilizzante dovuto alla presenza della attivita' biologica sulla superficie del sedimento,e' stato espresso attraverso un indice di biostabilizzazione.
E'' stata realizzata una mappa del rischio di erosione delle conterminazioni naturali di barena dell'intera laguna di Venezia.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAPITOLO 1 INTRODUZIONE 1.1 Aspetti generali della Laguna di Venezia 1.1.1 Descrizione della evoluzione dell’ecosistema Una laguna è un ecosistema costiero di transizione tra la terra e il mare. In essa il movimento dell’acqua è governato dalla marea, che ne determina il carattere salmastro delle acque e modella la struttura delle terre emerse e dei fondali, caratterizzati da una morfologia complessa. L’evoluzione dei fondali dipende dal ruolo relativo delle forzanti e fattori elencati; nel bilancio non è da escludere l’intervento dell’uomo con strumenti sempre più incisivi capaci di modificare gli ambienti naturali, tanto che specie animali e vegetali si estinguono a causa del formarsi di condizioni ambientali ostili. Le lagune, ambienti destinati ad evolvere naturalmente per diventare terraferma o mare, risentono più di altri di modificazioni comandate dall’uomo, che talvolta cerca di tenerle in vita per sfruttarne le risorse. Così a Venezia aumentano il turismo, la pesca, l’inquinamento di vario genere, il moto ondoso, esponendo questo sito di interesse civile, turistico, artistico e storico, alle forze della natura ed alle manomissioni dell’uomo. La laguna di Venezia deve il suo aspetto attuale agli apporti solidi provenienti dai fiumi che vi sfociano, a quelli provenienti dal mare e agli asporti verso quest’ultimo ad opera delle correnti mareali. I sedimenti fluviali e i detriti marini costruiscono cordoni di terra che racchiudono specchi d’ acqua. I cordoni di terra sono intervallati da tre varchi o bocche di porto (da Nord: Porto di Lido, Porto di Malamocco, Porto di Chioggia, di cui in Figura 1.1), che garantiscono la comunicazione con il mare aperto. Il tempo di residenza dell’acqua all’interno della laguna è mediamente di 10 giorni, variando da 1 giorno, per le aree vicine alle bocche di porto, fino a 30 per le zone interne [Flindt et al., 1997].

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi di rischio
equazione di exner
erosione
indice di biostabilizzazione
laguna di venezia
moto ondoso
risospensione dei sedimenti
stabilità delle conterminazioni
valutazione del rischio

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi