Skip to content

Ottimizzazione delle procedure di schedulazione CPM, volte ad una gestione contrattualistica della schedula

Informazioni tesi

Master in Engineering & Contracting
  Autore: Diego Centanni
  Tipo: Tesi di Master
Master in
Anno: 2007
Docente/Relatore: Giovanni Novati
Istituito da: MIP - Business School Politecnico di Milano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 107

Il testo identifica i requisiti minimi che una schedula deve possedere per essere utilizzabile come prova testimoniale nelle dispute legali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
MEC Master in Engineering and Contracting Management dei grandi progetti 4 C e n t a n n i D i e g o – F e d e r i c o G a r a u A p r i l e 2 0 0 7 Summary Report Il CPM è al giorno d’oggi la tecnica di project management più utilizzata per la pianificazione e il controllo di progetto. I software commerciali che si basano sulla sua implementazione, consentono di gestire la schedula progettuale in modo integrato (tempi, costi, risorse), fornendo all’utente numerosi tool per modellare il programma di progetto nel modo più coerente possibile con la realtà. Tra tutti il più utilizzato in quest’ambito è Primavera, strumento adottato anche dalla Foster Wheeler Italiana. Nel presente lavoro si è cercato di individuare e raccogliere le migliori procedure di schedulazione tramite CPM, con particolare riferimento al sopra citato software, mirate ad una gestione contrattualistica della schedula. Il programma di esecuzione di progetto è infatti un documento contrattuale, pertanto il CPM risulta uno strumento indispensabile in sede legale per la risoluzione di cause e contenziosi. Per questo motivo è di estrema importanza che ci siano delle procedure di schedulazione, delle linee guida, che planner e scheduler dovrebbero seguire, a partire dall’impostazione sino alla validazione e all’aggiornamento della schedula, in modo da costruire un CPM logico e corretto che possa anche essere un mezzo di successo in ambito legalistico. Il lavoro è stato suddiviso in tre parti. Nella prima parte si sono analizzate le possibili cause di problemi in sede legale, ossia i ritardi. Oltre alla loro definizione e classificazione, si è proceduto ad esaminare e comparare le principali tecniche con cui si analizza il CPM al fine di valutare entità, responsabilità e monetizzazione di tali ritardi. Nella seconda parte si sono approfonditi alcuni aspetti più tecnici del software di gestione della schedula. Si è entrati nel dettaglio nell’analisi delle impostazioni e delle principali funzioni di Primavera. Solo attraverso l’accurata conoscenza di quest’ultime è possibile infatti costruire una schedula logica e coerente con la realtà progettuale e difendibile in sede legale. In particolare sono stati individuati e analizzati alcuni problemi e paradossi che sorgono durante la schedulazione a seconda delle impostazioni prescelte; molte problematiche riguardano una schedulazione non intuitiva e in alcuni casi non rispondente alla logica desiderata dal planner che difficilmente si è in grado di individuare senza averne conoscenza prima. Nella terza e ultima parte si sono raccolte tutte le best practice individuate e catalogate per una gestione ottimale del CPM, frutto delle analisi precedenti e delle parallele indagini condotte tra i documenti e le pubblicazioni reperibili in letteratura tecnica. I risultati delle indagini fatte sono stati fatti confluire in una check list di regole, procedure e punti critici, da tenere sempre presente nella gestione della schedula in tutte le sue fasi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

claim
cpm
delay analysis
pert
primavera
project
scheduling
time impact analysis

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi