Skip to content

Sistemi a coda con retrials: il caso Mk/Gk/1/r

Informazioni tesi

  Autore: Annunziata Cascone
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Matematica
  Relatore: Ciro D'Apice
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 104

La Teoria delle Code è un settore della Ricerca Operativa che ha per oggetto lo studio dei problemi di congestione che insorgono nello svolgimento di un servizio, che può essere prestato a uno o a un numero limitato di richiedenti per volta.
Questa teoria, che ha avuto inizio nei primi anni del XX sec. con le ricerche di A. K. Erlang sul traffico telefonico, è stata, in seguito, applicata anche a tutti gli altri fenomeni d’attesa. Ci sono code molto comuni, come quelle che coinvolgono persone o veicoli (automobili davanti ai semafori, navi davanti ai porti, aerei in attesa di atterrare) o anche macchine utensili (in attesa di essere riparate o in turno di manutenzione), ma ci sono code più nascoste, come per esempio una sequenza di comandi che aspettano di essere elaborati all'interno di un computer, oppure una serie di messaggi spediti via Internet che attende di arrivare a destinazione.
Le code si formano a causa del non perfetto bilanciamento tra il ritmo con cui si manifesta la domanda del servizio ed il ritmo con cui il servente riesce ad elargirlo: questo è tanto più vero quanto più i tempi in esame risultano affetti da una certa aleatorietà, e non sono quindi impostati deterministicamente su valori prefissati (o, più realisticamente, non e possibile farlo).
La Teoria delle Code verte sostanzialmente sull’analisi di modelli matematici rappresentativi del “sistema di attesa” i cui elementi essenziali sono: il processo di arrivo di coloro che richiedono il servizio (clienti), il meccanismo di servizio, la disciplina della fila d’attesa (cioè l’ordine in cui i clienti sono serviti) e il numero di coloro che prestano il sevizio (serventi). Si possono costruire tanti modelli quanti sono i sistemi di attesa che si presentano variando le condizioni dei loro elementi caratteristici. Tali modelli permettono di valutare le conseguenze delle diverse alternative al fine di rendere massima l’efficienza del servizio al minimo costo.
I modelli rappresentativi di sistemi a coda classici non prendono in considerazione, però, un altro aspetto della realtà delle file d’attesa che è quello del mancato successo di una domanda e, in particolare, del fatto che, dopo un tempo casuale, tale domanda verrà, quasi certamente, ripetuta. Un esempio molto semplice, ma altrettanto significativo, è costituito da un centralino telefonico: è noto a tutti che un utente telefonico che trova la linea occupata ripete la chiamata finché non ottiene la connessione richiesta. Non tener conto di questo fattore vuol dire lasciare irrisolti un numero di problemi molto importanti da un punto di vista pratico.
Una nuova classe di sistemi a coda, i sistemi con utenti ripetenti (o code con retrials) è stata introdotta per l’analisi di questi nuovi sistemi..
Questa categoria di code è caratterizzata dalla seguente peculiarità: un cliente che arrivi quando tutti i serventi a lui accessibili sono occupati, lascia l'area di servizio, ma dopo un tempo casuale ripete la domanda. Tale caratteristica gioca un ruolo speciale sia nel singolo computer che anche nelle reti di comunicazione. L’analisi di tali sistemi, però, presenta grandi difficoltà analitiche ed esistono risultati dettagliati solo per speciali code con retrials.
In questo lavoro viene studiato il sistema a coda Mk/Gk/1/r con retrial e flusso d’ingresso multidimensionale.
Nel capitolo 1 si introducono i sistemi a coda e si descrivono i parametri che li definiscono e gli indici di prestazione. In particolare vengono studiate e risolte particolari code con distribuzione dei tempi di servizio generale: M/G/1 ed M/G/1/r.
Nel capitolo 2 vengono presentati i sistemi a coda con retrial ed analizzati i principali sistemi a singolo servente come il sistema M/M/1/0 ed M/G/1/0.
Nel capitolo 3 viene studiato un sistema del tipo Mk/Gk/1/r/s che presenta la seguente caratteristica: un utente che trova tutti i posti occupati nell’area di attesa si unisce al gruppo di utenti nell’orbita (area di attesa immaginaria in cui si trovano virtualmente i clienti dopo un tentativo non riuscito) di capacità limitata per poi ritentare la sua richiesta di servizio. Un importante risultato raggiunto è che l’analisi di un tale sistema può essere ridotta all’analisi di in sistema a coda simile con un solo flusso di Poisson.
È stato implementato un algoritmo numerico in Matematica, con cui sono stati forniti risultati numerici e calcolati importanti indici di prestazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Prefazione La Teoria delle Code è un settore della Ricerca Operativa che ha per oggetto lo studio dei problemi di congestione che insorgono nello svolgimento di un servizio, che può essere prestato a uno o a un numero limitato di richiedenti per volta. Questa teoria, che ha avuto inizio nei primi anni del XX sec. con le ricerche di A. K. Erlang sul traffico telefonico, è stata, in seguito, applicata anche a tutti gli altri fenomeni d’attesa. Ci sono code molto comuni, come quelle che coinvolgono persone o veicoli (automobili davanti ai semafori, navi davanti ai porti, aerei in attesa di atterrare) o anche macchine utensili (in attesa di essere riparate o in turno di manutenzione), ma ci sono code più nascoste, come per esempio una sequenza di comandi che aspettano di essere elaborati all’interno di un computer, oppure una serie di messaggi spediti via Internet che attende di arrivare a destinazione. Le code si formano a causa del non perfetto bilanciamento tra il ritmo con cui si manifesta la domanda del servizio ed il ritmo con cui il servente riesce ad elargirlo: questo è tanto più vero quanto più i tempi in esame risultano affetti da una certa aleatorietà, e non sono quindi impostati deter- ministicamente su valori prefissati (o, più realisticamente, non e possibile farlo). La Teoria delle Code verte sostanzialmente sull’analisi di modelli matem- atici rappresentativi del “sistema di attesa” i cui elementi essenziali sono: il processo di arrivo di coloro che richiedono il servizio (clienti), il meccan- 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

flussi multidimensionali
retrials
teoria delle code

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi