Skip to content

Il trade marketing nel settore alimentare: il caso Cafè do' Brasil S.p.A.

Informazioni tesi

  Autore: Anna Franza
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Istituto Universitario Navale di Napoli
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia del Commercio Internaz. e dei Mercati Valutari
  Relatore: Michele quintano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 193

La complessità e l’intensità dei rapporti che l’impresa intrattiene con gli altri attori compresenti nel suo ambiente, esacerbate dall’affermarsi di fenomeni quali la globalizzazione dei mercati, l’internazionalizzazione, lo sviluppo di nuove capacità competitive ed il progresso tecnologico, hanno contribuito a far emergere l’improduttività dell’antagonismo tra produttori e clienti.
Costantemente esposta a vincoli e contingenze ambientali, l’azienda si trova in situazioni di elevata interdipendenza e di non sempre facile valutazione che richiedono di essere attentamente gestite.
Se , infatti, è vero che le risorse strategicamente rilevanti non sono contenute esclusivamente all’interno dei confini ristretti dell’organizzazione e, spesso, sono da costituirsi con l’aiuto di altre imprese o con l’interazione di altri soggetti ambientali, la dimensione relazionale dell’impresa assume un’importanza cruciale.
Il compito di rapportare fruttuosamente le esigenze di Industria e Trade, attraverso la creazione e la concretizzazione di progetti di collaborazione spetta al Trade Marketing, una disciplina resa plurisfaccettata dalla diversità di esigenze degli interlocutori e che, al contempo, necessita di un approccio strategico integrato.
I rapporti tra Industria e Distribuzione moderna rappresentano sì il “contorno esterno” in cui nasce e si sviluppa il Trade Marketing, ma anche l’oggetto che esso intende indagare.
Questa disciplina a cui, senza dubbio, occorre riconoscere i connotati di complementarietà al Consumer Marketing e, nel contempo, di autonomia dallo stesso, si configura come proposta di miglioramento della interbrand competition sul mercato distributivo, da considerarsi quest’ultimo come un fondamentale sensore di cui l’Industria dispone per identificare e valutare i mutamenti macro-ambientali e le loro conseguenze.
È, quindi, naturale che questo lavoro sulla pratica del Trade Marketing prenda le mosse proprio dalla dinamica dei rapporti verticali (capI), cercando di evidenziare come il passaggio graduale del potere di trattativa dai produttori al Trade, conseguenza dei fenomeni di concentrazione e razionalizzazione di quest’ultimo, sia stato generatore di atteggiamenti di scontro e competizione nocivi per entrambi.
L’improduttività della “contrapposizione ad ogni costo” è emersa quando si è profilata l’ascesa di una nuova stella pronta a dominare le scene: il consumatore (cap II).
Da allora “collaborare” è diventato imperativo per Industria e Trade.
Messo a fuoco il contesto ambientale, la tappa successiva sarà quella di definire cosa s’intende per Trade Marketing e di delineare i contorni di quello che è il suo presupposto di base, ossia la comunicazione. Se questa fase definitoria risulta un modo corretto per avvicinarsi a qualsiasi oggetto di indagine, allora essa è anche un’operazione resa imprescindibile dall’eterogeneità dei flussi comunicativi e della strumentazione utilizzabile dall’azienda industriale e da quella commerciale per comunicare sia reciprocamente che congiuntamente verso il consumatore finale. Nello stesso capitolo si è inteso indagare la configurazione organizzativa dell’Industria e la sua adeguatezza all’inserimento di funzioni specialistiche deputate alla gestione dei rapporti con gli intermediari commerciali.
Il terzo capitolo è incentrato sulle aree gestionali attraverso cui il Trade Marketing diventa prassi. In particolare verranno affrontate le possibilità di collaborazione nella politica del prodotto e degli assortimenti, nel pricing, nel merchandising, nella logistica e nella comunicazione.
Il quarto capitolo chiude il lavoro prendendo in esame la Cafè do’Brasil s.p.a., azienda napoletana che tratta da oltre mezzo secolo il caffè, prodotto importante ed emblematico per la storia e l’economia italiana.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
I. INTRODUZIONE La complessità e l’intensità dei rapporti che l’impresa intrattiene con gli altri attori compresenti nel suo ambiente, esacerbate dall’affermarsi di fenomeni quali la globalizzazione dei mercati, l’internazionalizzazione, lo sviluppo di nuove capacità competitive ed il progresso tecnologico, hanno contribuito a far emergere l’improduttività dell’antagonismo tra produttori e clienti. Costantemente esposta a vincoli e contingenze ambientali, l’azienda si trova in situazioni di elevata interdipendenza e di non sempre facile valutazione che richiedono di essere attentamente gestite. Se , infatti, è vero che le risorse strategicamente rilevanti non sono contenute esclusivamente all’interno dei confini ristretti dell’organizzazione e, spesso, sono da costituirsi con l’aiuto di altre imprese o con l’interazione di altri soggetti ambientali, la dimensione relazionale dell’impresa assume un’importanza cruciale. Il compito di rapportare fruttuosamente le esigenze di Industria e Trade, attraverso la creazione e la concretizzazione di progetti di collaborazione spetta al Trade Marketing, una disciplina resa plurisfaccettata dalla diversità di esigenze 5

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi