Skip to content

L'Unità di Crisi del Ministero degli Affari Esteri tra azione e comunicazione. Il caso Tsunami.

Informazioni tesi

  Autore: Greta Leoni
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Gabriella Panarese
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 253

Calamità naturali, emergenze sanitarie, atti terroristici, crisi ambientali, incidenti industriali: molteplici sono le situazioni potenziali in cui le istituzioni pubbliche si possono trovare nella necessità di coordinare la gestione operativa dell’emergenza con la comunicazione verso i cittadini e i media. In queste situazioni, una corretta gestione di entrambi gli aspetti comporta un rafforzamento della credibilità delle istituzioni, mentre una gestione inadeguata della crisi può avere gravi conseguenze.
Le istituzioni sono il punto di riferimento a cui si rivolgono i cittadini, soprattutto in caso di emergenza. La consapevolezza dei diritti fondamentali del cittadino, in particolare di quello alla sicurezza, comporta aspettative sempre maggiori nei confronti della pubblica amministrazione a cui deve corrispondere, di conseguenza, un impegno crescente da parte di coloro che hanno il compito di tutelarli. Affrontare le situazioni critiche in maniera efficiente ed efficace si configura, quindi, sempre di più come un’esigenza per le amministrazioni pubbliche, sia per dimostrare al proprio interno la validità delle procedure adottate, sia per trasmettere all’esterno un’immagine di efficienza, dinamicità e risolutezza.
L’incremento del numero dei viaggi e degli scambi internazionali, l’aumento del numero degli italiani all’estero e l’emergere di nuovi fattori di rischio fanno sì che il Ministero degli Affari Esteri, il cui compito tradizionale consiste nella tutela dei connazionali e degli interessi italiani all’estero, sia una delle amministrazioni dello Stato maggiormente impegnata nell’applicazione delle tecniche di gestione delle crisi a livello internazionale. Strumento operativo per eccellenza è l’Unità di Crisi, punta di diamante del dicastero, istituita per rispondere in maniera adeguata a queste esigenze e per garantire ai connazionali l’assistenza necessaria in caso di emergenza.

Il primo capitolo di questa tesi ha una funzione introduttiva e, attraverso l’analisi dell’evoluzione della diplomazia, dello sviluppo delle comunicazioni di massa e dell’intreccio tra comunicazione politica e comunicazione istituzionale, intende spiegare il contesto in cui ha avuto luogo la riforma del Ministero degli Affari Esteri e in cui si svolge la sua attività.

Il secondo capitolo descrive la struttura del Ministero degli Esteri, prendendone in analisi gli aspetti organizzativi e comunicativi, per poi focalizzarsi sull’Unità di Crisi e sui suoi compiti istituzionali.

Il terzo capitolo si occupa del concetto di crisi ed espone le riflessioni teoriche sul Crisis Management, di cui si descrivono le fasi sia dal punto di vista operativo che da quello della comunicazione.

Il quarto capitolo si occupa del caso specifico del maremoto nel sud-est asiatico del 26 dicembre 2004 e delle azioni intraprese dall’Unità di Crisi, coadiuvata dalle Ambasciate e dai Consolati presenti nei Paesi colpiti, per fronteggiare l’emergenza e superarla con successo.

Il quinto capitolo, infine, mette a confronto le caratteristiche del modello organizzativo dell’Unità di Crisi con il sistema di risposta alle emergenze adottato dal Foreign and Commonwealth Office, il corrispondente britannico del nostro Ministero degli Esteri, individuandone differenze e analogie, prendendo anche in considerazione come è stato affrontato dalle due strutture il caso specifico dello tsunami. Attraverso il confronto si è quindi cercato di delineare quali sono gli elementi necessari per un’efficace gestione delle crisi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa “… quel che più mi attrarrebbe sarebbe lo studio della crisi, anzi… lo studio dell’inizio delle crisi, la considerazione di quell’impercettibile abbassamento del barometro, di quella minuscola nuvoletta all’orizzonte, di quella bava di vento fiacca e (apparentemente) trascurabile che è poi la prima pattuglia di punta del ciclone che si scatenerà. Momenti appassionati da rivivere, questi, nei quali tutto il mondo ignora ciò che lo aspetta mentre un occhio acuto conosce di già ciò che infallibilmente succederà, momenti di crudele rapimento nei quali l’uomo… sa di conoscere il futuro non mediante un volo della fantasia ma mediante una esatta cognizione delle cause e delle correlazioni di conseguenze che ne deriveranno” Giuseppe Tomasi di Lampedusa I Tardi Vittoriani Calamità naturali, emergenze sanitarie, atti terroristici, crisi ambientali, incidenti industriali: molteplici sono le situazioni potenziali in cui le istituzioni pubbliche si possono trovare nella necessità di coordinare la gestione operativa dell’emergenza con la comunicazione verso i cittadini e i media. In queste situazioni, una 7

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

benchmarking
comunicazione dei rischi
comunicazione di crisi
comunicazione istituzionale
comunicazione politica
comunicazione pubblica
crisi
crisis management
diplomazia
emergenza
foreign and commonwealth office
gestione della crisi
ministero degli affri esteri
piani di emergenza
piano di comunicazione
protezione civile
tsunami
ufficio relazioni con il pubblico
unità di crisi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi