Skip to content

La violenza sessuale e l'abuso sui minori - Profili sistematici e di politica criminale

Informazioni tesi

  Autore: Maddalena Palma
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Sergio Moccia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 254

Nel corso del mio lavoro ho messo in risalto le problematiche e le lacune caratterizzanti la disciplina cidicistica del 1930 avente ad oggetto i reati a sfondo sessuale. Subito dopo ho affrontanto l'analisi della legge 15/02/1996 n. 66 contenente "norme contro la violenza sessuale" che ha completamente modificato la suddetta disciplina. Ho esaminato i motivi che hanno portato a tale importante riforma, gli aspetti positivi della stessa ed infine le sue carenze. Al II capitolo ho preso in esame in termini meticolosi l'art. 609 bis c.p. contenente la nuova disciplina dell'unitario reato di Violenza Sessuale; dopodichè ho esamenato le circostanze aggravanti speciali di tale reato (art. 609 ter c.p.) sotto il profilo sistematico e di politica criminale. Al IV capitolo ho trattato dei rapporti sessuali con e tra minori (art. 609 quater c.p.). In tale capitolo ho messo in risalto le lacune della legislazione penale italiana in ordine alla concreta tutela penale che si offre al minore abusato sessualmente con specifico riferimento anche alle leggi n. 269/1998 e n. 39/2006. Ho poi trattato anche dei reati di Corruzione di Minorenne ( art. 609 quinques c.p.) e di Violenza Sessuale di Gruppo che colpisce il minore. Ho, infine, terminato con un V capitolo avente ad oggetto il regime di procedibilità dei reati in commento; ho pertanto preso in esame l'art. 609 septies c.p. mettendone in rilievo le lacune e le contraddizioni che lo caratterizzano. Aggiungo che in molte note della tesi ho ampiamente trattato di alcuni fondamentali principi del diritto penale quali il principio di determinatezza e tassatività della fattispecie penale, il principio di colpevolezza ed il principio di offensività.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE I “delitti sessuali” sono attualmente previsti e disciplinati dal nostro Codice Penale negli articoli da 609 bis a 609 decies, collocati nel titolo XII del libro II, dedicato ai “delitti contro la persona”. Il delitto di violenza sessuale veniva disciplinato originariamente dal Codice Rocco nell’ambito dei “reati contro la moralità pubblica e il buon costume”. La trasposizione nel titolo XII è avvenuta con la legge 15 febbraio 1996 n°66 che non si è limitata solo a inquadrare in un altro titolo i delitti sessuali, ma ha modificato profondamente i tipi di illecito e la relativa disciplina. Questa legge ha ridisegnato il volto delle norme contro la violenza sessuale e ha inciso profondamente su un codice sempre più irriconoscibile e indecifrabile 1 . La più importante innovazione è senza dubbio l’unificazione dei reati di “violenza sessuale” e di “atti di libidine violenti” sotto la più generica fattispecie di reato di “violenza sessuale”. Frutto di una lunga e travagliata gestazione durata per quasi un ventennio, questa riforma assume un valore genericamente culturale e simbolico nella riqualificazione dei delitti sessuali come delitti contro la persona. Tale riforma, infatti, è stata da tutti auspicata e condivisa, in quanto conforme alle previsioni della nostra Costituzione Repubblicana che aveva reso antinomica e anacronistica la qualificazione autoritario - pubblicistica dei delitti sessuali come reati contro la moralità pubblica 2 . Più di ogni altro intervento legislativo quello della legge sulla “violenza sessuale” è stato connotato da forti istanze ideologico - emotive e politico – culturali, inizialmente troppo in contrasto tra loro per riuscire a comporsi in un disegno completamente coerente nella nuova legge 3 . 1 V. B. ROMANO, Il rinnovato volto delle norme contro la violenza sessuale: una timida riforma dopo una lunga attesa, in Diritto di famiglia e delle persone, Milano, 1996, p. 1610. 2 V. F. MANTOVANI, Diritto penale. I delitti contro la libertà e l’intangibilità sessuale, Padova, 1998, p.2 3 V. M. BERTOLINO, Garantismo e scopi di tutela nella nuova disciplina dei reati di violenza sessuale, in Jus, Milano, 1997, p. 51.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

abuso sul minore
art. 600 bis, art. 600 ter, art. 600 quater c.p.
art. 609 bis c.p., art. 609 ter c.p.
art. 609 octies c.p.
art. 609 quater c.p., art. 609 quinqes c.p.
art. 609 sexies c.p., art. 609 septies c.p.
circostanze aggravanti della violenza sessuale
corruzione di minorenne
ignoranza dell'età della persona offesa
la violenza sessuale sul minore degli anni dieci
la violenza sessuale sull'infraquattordicenne
legge 269/1998
legge 38/2006
legge n. 66-1996
pedopornografia
principi di determinatezza e di offensività
procedibilità a querela
procedibiltà d'ufficio
prostituzione minorile
rapporti sessuali consensuali con e tra minori
regime di procedibilità
turismo sessuale dei minori
violenza sessuale
violenza sessuale di gruppo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi