Skip to content

Basilea 2: la nuova regolamentazione prudenziale per le banche

Informazioni tesi

  Autore: Luca Fumarola
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Siena
  Facoltà: Scienze economiche e bancarie di Siena
  Corso: Economia e gestione degli intermediari finanziari
  Relatore: Antonella Brozzetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 135

BASEL 2: the new prudential regulations for banks

This work tries to give a brief description of the main features of the “New Accord on banking laws and regulations”, which is also known as “Basel 2”. It was issued by the Central Banks’ governors and/or by the people responsible of the inspection’s bodies of the countries members of the G10.
The analysis has been divided in three parts:
- the first part of the work analyses the “Basel 1”’s features, the revision’s requirements of the first accord and the evolution of the Italian and International banking laws till the introduction of the new regulation;
- the second part focuses on the New Accord’s features; that it, it analyses the three “Pillar” of the New Accord such as the capital adequacy, the supervisory review and the market discipline, dwelling upon the credit risk and its measurement methods such as the Standardized Approach and the Internal Rating Based Approach;
- the third part singles out and describes the possible direct and indirect consequences of the new regulation on the economic system, focusing its attention on the consequences on banks and companies.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione In un contesto così complesso di mercati globali, i fattori di fragilità dei sistemi finanziari si sono moltiplicati e sono divenuti per molti versi più pericolosi e più difficilmente controllabili, evidenziando, quindi, un’elevata insufficienza della vigilanza prudenziale basata sui coefficienti patrimoniali. L’attuale evoluzione dei mercati finanziari, derivante anche dalla progressiva applicazione delle nuove regole di accesso al credito e dalla necessità di una maggiore trasparenza, impone l’obbligo di ridefinire il rapporto banca-impresa. Alle imprese si richiede, infatti, una maggiore valorizzazione del processo informativo che non può esaurirsi nella semplice trasmissione dei bilanci, ma sarà necessario fornire un’adeguata informativa su tutte le potenzialità che l’azienda sarà in grado di esprimere, in modo da ben rappresentare al sistema bancario la propria affidabilità in termini di capacità di credito. La natura e la portata di queste profonde trasformazioni dei sistemi finanziari, hanno imposto la necessità di riflettere su una possibile ed eventuale revisione della disciplina regolamentare, sia a livello nazionale che internazionale, al fine di definire assetti di vigilanza in grado di garantire la crescita e lo sviluppo degli intermediari e dell’economia in un contesto di stabilità. Gli obiettivi perseguiti sono, pertanto: ¾ tutela della concorrenza nel settore dell’intermediazione e dei mercati organizzati; ¾ trasparenza sul mercato e sugli intermediari al fine di assicurare un’adeguata informazione; ¾ stabilità degli operatori finanziari. Il Nuovo Accordo sul Capitale delle Banche, più sinteticamente noto come “Basilea 2”, oltre all’indubbio contributo positivo che dà alla misurazione ed al controllo dei livelli di patrimonializzazione e di solvibilità degli intermediari creditizi, produce benefici effetti sul rapporto tra banche e imprese, soprattutto per quel che riguarda la maggiore diffusione delle informazioni, un utilizzo più

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

adeguatezza patrimoniale
advanced approach
banca
basilea 1
basilea 2
controllo prudenziale
effetti su banche
effetti su imprese
evoluzione vigilanza italia
exposure at default
foundation approach
informativa al mercato
internal rating based approach
loss given default
nuovo accordo
pilastri
probabilità di default
regolamentazione prudenziale
requisiti minimi di capitale
rischio di credito
rischio di mercato
rischio operativo
stardard approach
vigilanza bancaria

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi