Skip to content

Modeling Interest-Rate Derivatives

Informazioni tesi

Traduttore: Giovanni Amista
  Tipo: Traduzione
  Anno: 1999-00
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Commercio
  Relatore: Paola Modesti
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 251

Questo documento è una traduzione dall'originale:

"Sulla valutazione dei mezzi derivati su tassi d'interesse"

The aim of this dissertation is to give an overview of the various techniques that can be used to consistently price interest-rate derivatives.

First, the traditional term structure of interest rates models are described (also called equilibrium models), which were developed by Vasicek, Cox, Ingersoll, and Ross, and Longstaff and Schwartz. The assumptions underlying these models and, more importantly, their ability to replicate the real world are examined. Moreover, it is shown how these models price various types of interest-rate derivative securities. Finally, some numerical examples are provided.

Afterwards, the more modern no-arbitrage models are dealt with. A comparison between these models and equilibrium models is made, focusing on their different approach to the absence of arbitrage: the former adopt the martingale framework developed by Harrison and Pliska; the latter use the approach of Vasicek. Subsequently, specific models are addressed, namely the Ho and Lee, the Black, Derman, and Toy, and the Hull and White models. These models have been chosen amongst many others because they are the models most used by practitioners in the real world. For each, a brief review is provided, in which the corresponding benefits and limitations are stressed.

A major problem with the short-rate models considered so far lies in insuring that they produce a realistic volatility function for zero-coupon bond yields. Therefore, the general approach of Heath, Jarrow, and Morton is considered, which models interest rates more realistically than the earlier short-rate models. A brief history of the approach is presented and then its structure is explored. Moreover, it is shown how the Heath, Jarrow, and Morton (HJM) framework is limited in practice, at least in its full generality, because of its intensive computational requirements.

Chapter 5 illustrates how derivatives can be priced within the HJM framework by means of Monte Carlo simulation. This provides a viable numerical method for derivative pricing, especially if techniques such as martingale variance reduction, which results in a notable improvement in efficiency compared to standard Monte Carlo simulation, are employed. In the second part of this chapter an empirical investigation of the Italian government bond market is undertaken, and explores the extension of the number of volatility factors in the HJM framework from one to two or, possibly, three. This investigation employs factor analysis of the covariance matrix of the historical changes in zero-coupon bond yields.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Chapter 1 Introduction In the words of practitioners, “Derivative securities are financial contracts that ‘derive’ their value from the cash market instruments such as stocks, bonds, currencies and commodities.” 1 The academic definition of a ‘derivative instrument’ is more precise: a financial contract is a derivative security,oracontingent claim,ifitsvalueis determined by the market price of the underlying cash instrument (Ingersoll [43], with modification). 1.1 Background The main types of derivative securities are futures and forwards, options, and swaps. Forwards and options are regarded as basic building blocks, while swaps and other complicated derivative securities are considered hybrid because they combine several elements of other types of contract and can therefore be de- composed into sets of basic forwards and options. The underlying assets on which derivatives can depend are stocks, currencies, indexes, commodities, and interest rates. In fact, almost anything can play the role of the ‘underlying’; there is now an active market in weather derivatives in the US. Derivative securities can be used for many purposes, including hedging against adverse movements of specified variables and providing an efficient means to express and benefit from opinions on the movements of these variables. History of World Derivative Markets Forward contracts are common in everyday life (for example, a pizza delivery order). Quite naturally such contracts go back to the beginnings of commerce during the Middle Ages. In the following few hundred years, organized spot markets for commodities began to develop in major European cities. In the early 1600s, a similar market for rice developed in Japan, the Dojima Rice Market, on the docks of the port city 1 See pages 2–3, Klein and Lederman [50]. 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

binomial and trinomial trees
black derman and toy
cox ingersoll and ross
equilibrium models
factor analysis
finite differences methods
forward
futures
heath jarrow and morton
hjm
ho and lee
hull and white
interest-rate derivatives
longstaff and schwartz
martingale
monte carlo method
no-arbitrage models
options
swaps
variance reduction techniques
vasicek
volatility
yield curve
zero coupon bonds

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi