Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Communication: master and servants - Studio sulla comunicazione nella società statunitense contemporanea

La tesi si propone come un'analisi sociologica dei mass-media e del loro impatto sulla popolazione americana nel 20° secolo.
Dopo una breve ma attenta introduzione sulla comunicazione, sul suo sviluppo e sul suo significato, si arriva ad una vera propria rassegna sui principali mass-media: il loro ruolo e la loro influenza sono fattori analizzati in funzione delle molte variabili quali possono essere il tipo di pubblico cui si rivolgono, la loro politicizzazione e conseguente strumentalizzazione, il loro potere di aggregazione esercitato, a volte, sulle masse.
Ogni mezzo di comunicazione di massa è introdotto al lettore storicamente, facendogli cioè conoscere la sua storia fin dalle origini, per poi portarsi con esempi pratici fino al presente.
I mass-media presi in considerazione sono principalmente la stampa e la televisione, è stato preso come riferimento, come ''caso limite'' il cosidetto sex-gate, lo scandalo che stava facendo saltare la poltrona al presidente americano Bill Clinton.

Mostra/Nascondi contenuto.
II PREFAZIONE Ogni volta che un nuovo mezzo di comunicazione è comparso sulla scena è diventato immediatamente oggetto di polemiche e dibattiti, a partire dalla prima Bibbia stampata da Gutenberg nel 1455. Oggi le polemiche proseguono, rinnovandosi su temi diversi a proposito del ruolo della radio, del cinema, della televisione e della stampa in generale. Per comprendere quest’era delle comunicazioni di massa e le polemiche che ha via via sollevato, l’atteggiamento più consono da assumere è quello di accumulare evidenze scientifiche circa l’impatto dei media sulle loro audiences: è necessario che il dibattito pubblico sulle comunicazioni di massa si basi su prove certe anziché su impressioni e argomentazioni soggettive. Rientra nel carattere dell’epoca presente un sensibile, e probabilmente anche inevitabile, rafforzarsi di una tendenza alla relativizzazione di ogni concezione del mondo e dell’esistenza che dissolve ogni differenziazione della vita spirituale: diversamente da quanto verificatosi nelle epoche passate il nostro tempo tende visibilmente alla uniformizzazione della vita e dell’attività culturale, al soffocamento delle individualità originali. 1 Inoltre l’accelerazione dei processi informativi, la certezza che danno i progressi tecnologici che ogni passo avanti facilita non solo il seguente, ma molti altri, la stretta relazione tra la tecnologia e l’ordine sociale, tutto ciò sembrerebbe aver provocato una specie di inquinamento psicologico: l’accelerazione apparentemente ineluttabile del ritmo della vita. 2 1 Erich Feldmann Theorie der Massenmedien.Presse.Film.Funk.Fernsehen. E.Reinhardt Verlag, München – Bassel 1962 Neue Studien zur Theorie der Massenmedien E.Reinhardt Verlag, München – Bassel 1969 trad. it. Teoria dei Mass- Media a cura di C.D’Altavilla Armando ed., Roma 1973,pp.28-29 2 Alvin Toffler Le choc du Futur, Denöel,1971, cit. in Gérard Metayer La Société Malade de Ses Communications? Bordas, Paris 1980-Trad.it.La Società è Malata di Mass-Media? A cura di C.M. Cristiana Carbone , Armando ed., Roma 1986,p.195

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Simona Bagala Contatta »

Composta da 98 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2036 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.