Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Risignificazione delle odierne forme massmediatiche tra cinema, videoarte, televisione

Viviamo sempre piu' spesso una vita vicaria di immagini.
La tesi indaga su quei topoi che portano ad una riscrittura intelligente delle forme e dei contenuti massmediatici che vanno per la maggiore: pubblicita' in primis.
Si tratta di esempi tratti dal mondo del cinema, della videoarte, della tv.
Modelli (in)fedeli dell'agire e del pensare comune; figli dei nostri tempi ma sovracodificati, trattati al secondo grado, critici.
Si traccia anche un profilo dell'estetica postmoderna affascinante e ossimorica.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE Il lavorio perpetrato sull’immaginario collettivo da parte dei mass-media è sotto gli occhi di tutti. In special modo la pervasività mediatica postmoderna ha imposto un nuovo paradigma a tutto il mondo occidentale: quello della simultaneità, della fusione e/o confusione, della sinestesia… Altissimo è il livello di copertura delle attività umane attraverso l’audiovisivo al punto che siamo costretti ad una vita vicaria che è, cioè, riflesso automatico di paradigmi e miti comuni. Di fronte alla derealizzazione del mondo, all’interno di questa società spettacolarizzata, la dimensione meta (metacinema, metatelevisione…) torna più che mai utile all’estrinsecazione d’un discorso che demistifichi la “realtà” estetizzata del quotidiano. Stabiliamo dunque quali sono gli intenti del nostro lavoro. Partiamo col dire che a fungere da stella polare sarà appunto il riferimento alla pervasività massmediatica (televisiva in special modo). Ora pur all’interno di un solco tacciato da questa, è possibile problematizzare e stravolgere beffardamente determinate istanze e tendenze consolidate. Allora si prenderanno ad esempio illuminanti modelli in grado di governare criticamente le tipologie della comunicazione mediatica e risignificarle.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Umanistiche

Autore: Pasquale Antonio Lorusso Contatta »

Composta da 123 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1801 click dal 06/05/2008.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.