Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Giordano Bruno e Paolo di Tarso. Differenza di sguardi sul cristianesimo.

La tesi propone una breve analisi di alcune delle critiche che Giordano Bruno svolse nei confronti del cristianesimo paolino e un successivo confronto con le posizioni di Paolo di Tarso.
L'elaborato è composto di due capitoli:
- nel primo ho cercato di delineare alcune delle tematiche che hanno caratterizzato il pensiero rinascimentale, allo scopo di dare un contesto storico culturale alla vicenda di Bruno.
- nel secondo ho analizzato alcuni punti della critica bruniana al cristianesimo, realizzando il confronto con Paolo di Tarso, al fine di valutare obiettivamente entrambe le posizioni.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Nel corso della mia carriera universitaria ho avuto modo di leggere e studiare alcune opere di Giordano Bruno. Ciò che mi ha colpita, e interessata, è stata la dura critica, non priva di accenti ironici, che Bruno esercitò nei confronti del cristianesimo, e in modo particolare del cristianesimo paolino. Mi sono quindi chiesta se nelle sacre Scritture e soprattutto nelle lettere di San Paolo si possano trovare delle risposte valide alle critiche e accuse mosse nei confronti del cattolicesimo e di Paolo stesso. In altre parole, la domanda che mi sono posta, e che fa da filo conduttore della mia tesi è: “Come avrebbe risposto Paolo agli attacchi di Bruno?”. Basandomi sugli scritti morali di Bruno e sulle lettere paoline, cercherò di fare un raffronto tra i due, allo scopo di rispondere a tale domanda, senza prendere le parti né dell’uno, né dell’altro. La tesi è composta di due capitoli: - nel primo capitolo tratto del periodo rinascimentale in modo generico, per dare un contesto storico-culturale alla vicenda e al pensiero di Bruno. Questo primo capitolo è diviso a sua volta in due parti. Una prima parte in cui espongo l’evolversi del pensiero rinascimentale e l’intransigente reazione da parte della Chiesa. Si tratta di un argomento piuttosto complesso e vasto, data la molteplicità delle posizioni e delle teorie espresse da filosofi e studiosi. Cercherò, quindi, di limitare questa esposizione a quelli che, a mio parere, sono punti fondamentali anche per capire il pensiero di Bruno. Nella seconda parte tratto, invece, dello sviluppo della politica e delle arti, in modo piuttosto generico, allo scopo di dimostrare come arte, politica e filosofia si influenzino a vicenda, caratterizzando le varie epoche. - nel secondo capitolo mi concentro propriamente sul tema della mia tesi. Questo capitolo è suddiviso in due parti, a loro volta suddivise. Due paragrafi, infatti, sono rispettivamente dedicati (il primo e il terzo) alle vite di Bruno e di Paolo. Questo allo scopo di evidenziare, al di là delle vicende storico-culturali, quelle vicende personali che hanno contribuito all’elaborazione del loro pensiero. Nel secondo paragrafo tratto di Giordano Bruno non limitandomi a esporre la sua critica al cristianesimo paolino, ma cercando, invece, di esporre le idee che espresse riguardo a Dio,

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Maddalena Mossini Contatta »

Composta da 48 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 905 click dal 15/05/2008.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.