Skip to content

Instabilità dell'ergosfera. Un criterio per distinguere i buchi neri da altri oggetti rotanti.

Informazioni tesi

  Autore: Paolo Pani
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Fisica
  Relatore: Mariano Cadoni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 141

In questa tesi si sono studiate le proprieta' che caratterizzano un buco nero, uno degli oggetti piu' misteriosi ed affascinanti della fisica attuale, ipotizzati per la prima volta come soluzioni della Relativita' Generale di A. Einstein. In particolare si sono studiate le condizioni sotto le quali un buco nero puo' essere osservato sperimentalmente (tramite misurazioni astrofisiche della sua massa e, eventualmente, della sua carica elettrica e momento angolare). Si e' sviluppato un metodo per distinguere un buco nero da altri oggetti compatti di interesse astrofisico come le gravastars, le stelle di bosoni, i wormholes e oggetti super-rotanti. Questi sistemi "simulano" alcune delle proprieta' peculiari di un buco nero e sono quasi indistinguibili da esso a livello osservativo. Tuttavia differiscono in maniera sostanziale per l'assenza di un orizzonte degli eventi. Questo, aggiunto all'esistenza di un'ergosfera (in caso di rotazione) rende questi oggetti altamente instabili. Si e' calcolata tale instabilita', che suggerisce come sia estremamente probabile che un oggetto compatto e rotante sia di fatto un buco nero.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1 Introduzione Sono passati quasi cento anni da quando, nel 1916, Albert Einstein pubblico` [1] la sua teoria della gravitazione, ormai nota come Relativita` Generale (RG). Nonostante cio`, la RG rimane ancora oggi soggetto di ricerca attiva. Sono stati fatti innumerevoli studi a riguardo e, attualmente, si ha una conoscenza molto piu` profonda di tutto cio` che essa implica, ma che la RG sia tuttora argomento di studio, rimane un fatto di straordinaria importanza e ben spiega la portata di tale teoria. In questo contesto si inserisce lo studio dei buchi neri, particolari soluzioni previste dalle equazioni della RG, la cui origine risale a pochi mesi dopo la pubblicazione della teoria stessa, quando Karl Schwarzschild [2] scopr`ı una soluzione statica a simmetria sferica delle equazioni della RG nel vuoto. Tuttavia uno studio approfondito dei buchi neri e` cominciato dopo che venne superato lo scetticismo iniziale della comunita` scientifica. A partire dagli anni ’60 del secolo scorso, quando Roy Kerr [3] scopr`ı una soluzione di buco nero rotante, la conoscenza di questi oggetti aumento` notevolmente, grazie a numerosi lavori e ad importanti teoremi che vennero dimostrati. Nonostante gli enormi progressi teorici raggiunti, uno dei problemi fondamentali di questo campo e` la carenza di dati sperimentali e, attualmente, non si e` in grado di rispondere con certezza alla domanda se i buchi neri siano solo soluzioni molto particolari che non hanno attinenza con la realta` o se essi esistano effettivamente in natura. Una forte indicazione in questa direzione e` stata la scoperta di oggetti celesti estremamente compatti, le cui proprieta` sono incompatibili con le stelle di neutroni e sono invece perfettamente inquadrabili se si pensa a tali oggetti come buchi neri. Tuttavia allo stato attuale manca una verifica diretta della loro esistenza. Per questo motivo gli studi, sia teorici che sperimentali, indirizzati a fornire gli strumenti per poter rivelare un buco nero, sono di primaria importanza in fisica. Questo lavoro di tesi puo` essere diviso in due parti. Nella prima parte, di carattere piu` generale, verranno discusse le principali soluzioni analitiche che descrivono, rispettivamente, un buco 5

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

astrofisica
buco nero
einstein
ergosfera
fisica
generale
gravità
gravitazione
instabilità
relatività
stelle
teoria

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi