Skip to content

Verifica sismica di un edificio in muratura

Informazioni tesi

  Autore: Davide Comingio
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Politecnico di Bari
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria edile
  Relatore: Pietro Monaco
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 239

Questa tesi è composta da due parti: la prima, riguarda esclusivamente sia l'aspetto geologico di una sisma, per poter comprendere meglio da dove deriva un terremoto, sia l'aspetto dell'ingegneria sismica. Infatti in quest'ultima si entra direttamente nello studio della dinamica delle strutture, partendo dal famoso oscillatore semplice ad un grado di libertà con e senza smorzamento, si passerà attravero gli accelerogrammi, confrontandosi sempre con la normativa, che in questo caso è rappresentata essenzialmente dall'ordinanza del P.C.M del 2003, per poi arrivare a descrivere l'oscillatore a più gradi di libertà. Successivamente si è passati alle analisi sia che esse siano a livello globale che locale. Si spiega dettagliatamente, sia dal punto di vista fisico che analitico, l'analisi statica lineare, (anche se adesso non è molto usata, ci si è soffermati comunque molto su tale verifica); l'analisi statica non lineare o la cosiddetta pushover analysis, soffermandomi molto, e dove vi è una spiegazione dettagliata, attraverso proprio le fasi di tale analisi, per poter efferttuare una corretta analisi; l'analisi dinamica lineare, che è quella che la nuova normativa richiede espressamente, spiegando sia fisicamente che analiticamente il calcolo dei modi di vibrazione e le varie verifiche annesse, considerando gli spettri di risposta elastici della normativa, nonchè si vedrà attraverso il caso di studio, una specifica applicazione con l'ausilio di un porgramma di calcolo molto semplice; e poi infine vi è l'analisi dinamica non lineare, dove in realtà, non mi sono soffermato molto, anche perchè c'è ancora un dibattito aperto su tale verifica. Per quanto riguarda le verifiche locali si spiegano le varie verifche partendo da quella nel piano della muratura o fuori da esso, le verifiche a pressoflessione e a taglio per sorrimento o diagonale, spiegando attraverso opportuni modelli la comprensione delle formule esplicitate dalla normativa precedentemente detta. La seconda parte invece detta un caso di studio reale, e devo dire di un edificio molto complesso, non regolare nè in pianta nè in altezza, e che quindi comprende tutte le problematiche che può dare la formulazione di una anlisi dinamica modale lineare. Vi si è proposto una modellazione tridimensionale, e vi sono anche gli escutivi del programma, con le varie relazioni utilizzate per la verifica sia al sisma che investe la struttura in direzione ortogonale che nel suo piano stesso. E poi infine vi è la soluzione più conveniente sia dal punto di vista economico sia per la messa in sicurezza dell'edificio, poichè esso non risulterà soddisfatto ad una verifica. Si potrà notare come vengono applicate le resine di carbonio, o l'adeguamento sismico sottoforma di un incamiciatura.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Studente: Davide Comingio I a Facoltà di Ingegneria Corso di laurea in Ingegneria Edile Relatore: Prof.Ing. Pietro Monaco Verifica sismica di un edificio in muratura 1 PREMESSA La crescita ed importanza delle strutture risulta evidente a chiunque abbia seguito l’evoluzione delle problematiche connesse alla progettazione antisismica, sia sotto il profilo dell’istruzione universitaria che sotto quella dell’attività professionale. Alcuni concetti base, come l’equivalenza tra l’effetto del terremoto e quello di azioni statiche proporzionali alla massa (che vedremo in seguito), sono presenti già all’ inizio del ventesimo secolo nelle prime norme sismiche e costituiscono un bagaglio culturale insito in chiunque operi in zona sismica. Ma la seconda metà del secolo ha visto un forte sviluppo della dinamica delle strutture, stimolato anche dalla disponibilità di strumenti di calcolo prima inimmaginabili, che ha consentito una conoscenza ben più approfondita del comportamento delle costruzioni durante un terremoto. Ciò ha portato ad un progressivo adattamento della normativa tecnica in tutto il mondo: nel 2002 si è giunti ad una versione finale della norma sismica europea, Eurocodice 8; l’anno successivo è stata emanata la nuova norma sismica italiana, che recepisce molti contenuti della normativa europea. Infatti il 20 marzo 2003, è stata emanata dal Presidente del Consiglio dei Ministri l’Ordinanza n°3274 che, su indicazione della Protezione Civile, ha profondamente modificato le Norme Tecniche per le costruzioni in zona sismica ed introdotto una nuova Classificazione Sismica dell’intero territorio nazionale. Numerose e molto importanti le novità introdotte dal documento: ƒ Abbandono definitivo del “Metodo delle tensioni ammissibili” ed adozione del solo “Metodo agli stati limite”; ƒ Introduzione di una disciplina specifica per ponti ed opere geotecniche; ƒ Considerazione degli effetti locali nella valutazione della sollecitazione sismica; ƒ Nuova classificazione sismica dei comuni italiani in attesa che le regioni provvedono, sulla base dei criteri generali definiti all’Allegato 1, di tale normativa, all’individuazione, formazione, ed aggiornamento, dell’elenco delle zone sismiche;

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi
dinamica
edificio
elastica
equilibrio
fourier
frp
incamiciatura
lineare
modi
muratura
non-lineare
piano e fuori piano
pressoflessione
pushover
resine carbonio
risonanza
sismica
spettro
statica
taglio
tettonica
vibrazioni
vurnerabilità

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi