Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Carl Rogers: un maestro della comunicazione educativa

L'intento di questo lavoro è quello di mostrare come il pedagogista statunitense Carl Rogers abbia sviluppato i temi della comunicazione e come tali possono essere applicati in ambito scolastico. Nonostante i cambiamenti che cinquanta anni possono portare ci renderemo presto conto come i pensieri sviluppati da Rogers risultino ai nostri occhi molto attuali non solo nella loro applicabilità ma anche come problemicità che ancora oggi l'ambito formativo comporta.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 PREFAZIONE L’intento di questo lavoro è quello di mostrare come il pedagogista statunitense Carl Rogers ha sviluppato i temi della comunicazione e come tali possono essere applicati in ambito scolastico. Nonostante i cambiamenti che cinquanta anni possono portare ci renderemo presto conto come i pensieri sviluppati da Rogers risultino ai nostri occhi molto attuali non solo nella loro applicabilità, ma anche come problematicità che ancora oggi l’ambito formativo comporta. Rogers esprime in maniera particolarmente efficace l’importanza della comunicazione per i processi di apprendimento, tanto da dedicare a questo fine parte dei suoi scritti. Ma è dall’ambito psicoterapeutico che Rogers riprende il metodo non direttivo per applicarlo poi al piano educativo. In questa forma di psicoterapia il cliente è libero di esporre i propri problemi e di parlare senza interferenza da parte del terapeuta il cui compito è quello di ascoltare con partecipazione. Tuttavia il terapeuta deve incoraggiare e stimolare il cliente ad esprimersi e a promuovere il suo processo autonomo di maturazione psichica che avviene attraverso una graduale consapevolezza dei propri processi. Nella terapia centrata sul cliente risulta di fondamentale importanza l’empatia, che va intesa come la comprensione dell'altro che si realizza immergendosi nella sua soggettività, senza sconfinare nella identificazione. Rogers applica l’ipotesi principale dell’ approccio centrato sul cliente anche all’ambito formativo partendo dalla definizione di apprendimento non direttivo, inteso come apprendimento automotivato dallo studente e significativo, cioè integrato nella sua esperienza; esso comporta una partecipazione globale della personalità, ha una reale e profonda incidenza sul comportamento, viene autovalutato. Tale metodo può

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Chiara Pucci Contatta »

Composta da 89 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 15713 click dal 21/05/2008.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.