Skip to content

Implementazione di interfacce grafiche per l'installazione di cluster virtuali

Informazioni tesi

  Autore: Monica D'andrea
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Udine
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Informatica
  Relatore: Marino Miculan
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 119

La presente tesi sperimentale nasce grazie all’opportunità offerta dalla HPC Division della Eurotech di Amaro, con l’obiettivo di risolvere alcune delle problematiche nate dallo sviluppo di VirtuaLinux, un progetto innovativo e Open Source che mira a dare una svolta al classico concetto di cluster, studiato da Eurotech in collaborazione con l’Università di Pisa.
VirtuaLinux è una meta-distribuzione che permette di installare cluster fisici o virtuali con una distribuzione Linux standard e nel caso in esame viene installato con Ubuntu 6.10 o CentOs 4.10. La vera innovazione è rappresentata dall’ampia robustezza ai guasti, al contrario di quanto avviene nei classici sistemi di clustering, in cui un malfunzionamento hardware o software, su un qualsiasi nodo, può risultare catastrofico per la consistenza di tutto il cluster.
VirtuaLinux è distribuito con un LiveDVD che serve per l’installazione del software; questo DVD fa partire un installer funzionante interamente su shell. Tale tipo di procedimento risulta essere però molto complesso per un
utente medio, in quanto le operazioni da eseguire sono numerose e di difficile comprensione, non vengono forniti valori di default e, difetto ancor più grave, una volta inserito ogni singolo parametro, non è possibile tornare indietro per correggere eventuali errori.
Da queste problematiche è nata l’esigenza di migliorare l’attuale installer.
Vista l’ambiziosità del progetto, si è deciso di suddividerlo in due parti complementari:
nella prima ci si è occupati della traduzione degli script già esistenti e nella seconda dell’implementazione dell’interfaccia grafica.
Questa tesi si propone in particolare di illustrare i meccanismi ed i passaggi necessari alla creazione dell’interfaccia grafica, in funzione di una maggiore fruibilità da parte degli utenti e della possibilità di manutenzione ed implementazione di nuove parti di software.
Già durante la fase di installazione del cluster, effettuata presso la sede della Eurotech, abbiamo dovuto affrontare le prime problematiche legate alla durata ed alla difficoltà di comprensione del procedimento. Successivamente sono stati scelti i linguaggi di programmazione più adatti, ovvero Glade e Python. Il primo è uno strumento utile a disegnare le finestre e tutti gli elementi che le compongono; il secondo è un linguaggio di scripting portatile su moltissime piattaforme, con la potenza di un linguaggio ad alto livello.
Dopo un’attenta valutazione su quello che offre la tecnologia a livello di installer grafici, si è giunti alla conclusione che il metodo più indicato per dare una soluzione al problema era quello di dotare VirtuaLinux di un Wizard, ovvero un installer grafico dal design intuitivo e facile da utilizzare anche per chi non ha molta dimestichezza con i calcolatori. Questo strumento permette di risolvere tutti i problemi precedentemente citati; esso consente di fornire un’ampia descrizione di quello che sta avvenendo mediante l’uso di finestre e campi di testo, risulta intuitivo nell’uso grazie alla presenza dei bottoni, con cui l’utente medio ha ormai una grande familiarità. Il Wizard permette di conoscere lo stato di avanzamento dell’installazione e dà la possibilità di modificare, in ogni momento, le scelte precedentemente effettuate.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1 Introduzione La presente tesi sperimentale nasce grazie all’opportunita` offerta dalla HPC Division della Eurotech di Amaro, con l’obiettivo di risolvere alcune delle pro- blematiche nate dallo sviluppo di VirtuaLinux, un progetto innovativo e Open Source che mira a dare una svolta al classico concetto di cluster, studiato da Eurotech in collaborazione con l’Universita` di Pisa. VirtuaLinux e` una meta-distribuzione che permette di installare cluster fisici o virtuali con una distribuzione Linux standard e nel caso in esame viene installato con Ubuntu 6.10 o CentOs 4.10. La vera innovazione e` rappresentata dall’ampia robustezza ai guasti, al contrario di quanto avviene nei classici sistemi di clustering, in cui un malfunzionamento hardware o software, su un qualsiasi nodo, puo` risultare catastrofico per la consistenza di tutto il cluster. VirtuaLinux e` distribuito con un LiveDVD che serve per l’installazione del software; questo DVD fa partire un installer funzionante interamente su shell. Tale tipo di procedimento risulta essere pero` molto complesso per un utente medio, in quanto le operazioni da eseguire sono numerose e di difficile comprensione, non vengono forniti valori di default e, difetto ancor piu` grave, una volta inserito ogni singolo parametro, non e` possibile tornare indietro per correggere eventuali errori. Da queste problematiche e` nata l’esigenza di migliorare l’attuale installer. Vista l’ambiziosita` del progetto, si e` deciso di suddividerlo in due parti comple- mentari: nella prima ci si e` occupati della traduzione degli script gia` esistenti e nella seconda dell’implementazione dell’interfaccia grafica. Questa tesi si propone in particolare di illustrare i meccanismi ed i pas- saggi necessari alla creazione dell’interfaccia grafica, in funzione di una mag- giore fruibilita` da parte degli utenti e della possibilita` di manutenzione ed implementazione di nuove parti di software. Gia` durante la fase di installazione del cluster, effettuata presso la sede della Eurotech, abbiamo dovuto affrontare le prime problematiche legate alla 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cluster virtuali
eurotech
glade
interfacce grafiche
interfaccia grafica
linee guida di apple
linee guida di gnome
python
servizi per il clustering
sistemi di storage
virtualinux
virtualizzazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi