Skip to content

Un viaggio oltre le barriere - Tempo libero e turismo accessibile: l’esperienza di vacanza per turisti con bisogni speciali

Informazioni tesi

  Autore: Sara Volontieri
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Ferrara
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Progettazione e gestione dei sistemi turistici
  Relatore: Alessandra Roncarati
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 170

Gli obiettivi del presente lavoro sono quelli di riflettere sui concetti di tempo libero e di turismo e del loro valore nell’ambito dell’esperienza di una persona con bisogni speciali.
“Ma chi sono i turisti con bisogni speciali?” I turisti con bisogni speciali sono persone che temporaneamente o permanentemente hanno delle difficoltà motorie, sensoriali, cognitive o specifiche esigenze. Tali condizioni determinano dei bisogni speciali da appagare per garantire la reale fruizione di un’esperienza turistica.
Esistono bisogni materiali, legati all’appartenenza sociale e di autorealizzazione che in ambito turistico permettono di definire i comparti e i servizi turistici.

Al fine di delineare delle basi teoriche adeguate per l’indagine del settore del turismo accessibile e quindi del target dei turisti con bisogni speciali, il lavoro di tesi è stato suddiviso in tre parti. La prima, incentrata sul valore del tempo libero e sul concetto di turismo, introduce una preliminare generica definizione di disabilità e di turisti con bisogni speciali. Nella seconda parte tali argomenti vengono ripresi e approfonditi attraverso un’analisi dettagliata delle fasi che compongono una vacanza. La terza ed ultima parte mira al confronto tra gli studi presentati nei capitoli precedenti e la realtà concreta di un’esperienza di vacanza di persone con bisogni speciali.
La prima parte è suddivisa in due capitoli: il primo inerente al tema del tempo libero, il secondo incentrato sul turismo. In entrambi i capitoli una prima parte storico-letteraria è seguita dalla trattazione delle tematiche nell’ambito della disabilità.
Il tempo di una persona con disabilità è prettamente un tempo strutturato e occupato da innumerevoli attività e relazioni. A tale tempo, che si alterna tra famiglia, scuola, lavoro, attività extrascolastiche, in base all’età dell’individuo, si contrappone un tempo libero che per lo più appare vuoto, privo di attività da svolgere e di persone con cui relazionarsi spontaneamente. Sembra quindi necessario educare la persona a godere del proprio tempo libero, ma con lui anche la famiglia, le istituzioni e la comunità, in quanto la reale e piena fruizione di tale tempo, potrà avvenire solo attraverso una corretta progettazione che coinvolga tutti i soggetti.
Il viaggio come espressione più propria del tempo libero è certamente un momento di svago e piacere, di relazione, ma, nel contempo, è un banco di prova rispetto all’autonomia della persona. Tale situazione può dunque risultare destabilizzante, soprattutto per un soggetto con disabilità, abituato ad agire in un contesto strutturato. Per permettere di vivere serenamente tale esperienza è, pertanto, fondamentale garantire sicurezza, fruibilità ma soprattutto accessibilità a tutti i luoghi ed attività.
La sensibilità rispetto a tali tematiche si osserva a partire dalla fine degli anni ’60, ma le prime azioni pubbliche e condivise risalgono agli anni ’80. Nonostante l’accrescersi di iniziative locali e di innumerevoli progetti europei per l’accessibilità di strutture, informazioni ed attività, sembra tuttora difficile individuare località pienamente accessibili e atte all’accoglienza di turisti con bisogni speciali.
Proseguendo nella trattazione si giunge alla seconda parte inerente all’analisi delle fasi di vacanza, suddivisa in due capitoli: le fasi della vacanza e “Turismo per tutti”. Tali capitoli sono strettamente connessi in quanto nel terzo capitolo si delineano le basi teoriche e gli strumenti appropriati per realizzare, nel capitolo successivo, un’indagine sulle fasi di vacanza di turisti con bisogni speciali.
Nell’ultimo capitolo, al fine di presentare un immediato riscontro con la realtà, il lavoro di tesi descrive l’esperienza personale vissuta con il gruppo di turisti con bisogni speciali dell’Associazione “Tempo di Agire”.
Tale analisi mi ha consentito di comprendere che la valorizzazione dell’individualità del turista è il fattore determinante per il successo dell’esperienza turistica. Ogni membro dell’associazione “Tempo di Agire” ha infatti vissuto e quindi espresso un giudizio sull’esperienza vissuta in base alle proprie esigenze e aspettative. Pertanto la stessa esperienza condivisa, può essere giudicata secondo prospettive diverse con la conseguente difficoltà di riconoscere dei bisogni generalizzati per tale segmento.
In conclusione si potrebbe affermare che un reale salto di qualità per gli operatori che attualmente si dedicano a tale segmento potrà avvenire unicamente nel momento in cui si punterà su un prodotto individualizzato, superando la logica di un turismo standardizzato o unicamente legato al concetto di "assistenzialismo".

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE La mia idea di tesi ha origine da un’esperienza personale vissuta nell’ambito del turismo per persone con disabilità. Tale esperienza mi ha portato a sviluppare un notevole interesse nel settore del turismo accessibile e il desiderio di conoscere la situazione attuale e gli studi sul tema. Da un primo sguardo sulla letteratura d’argomento, si rileva la presenza di un insieme frammentato di indicazioni, parametri normativi e indagini, che focalizzano l’attenzione prettamente sulle esigenze tecniche espresse dai turisti con disabilità. Solo alcune recenti ricerche mostrano una maggiore sensibilità verso i bisogni “immateriali” di tale target. Obiettivo primario del presente lavoro è quindi quello di compiere un’adeguata riflessione sui temi della disabilità e del tempo libero, che ponga le basi per un’indagine attenta del settore del turismo accessibile. Le metodologie impiegate a tal fine si ispirano alle teorie proposte nell’ambito della psicologia del turismo. Tale disciplina infatti, integrando diverse aree di interesse (sociale, del lavoro, cognitiva, ambientale, psicofisiologica), supporta l’indagine dei fattori rilevanti all’agire turistico e dei comportamenti individuali e collettivi connessi a tale esperienza: “dallo studio della motivazione al marketing, dai problemi legati all’ordinamento nello spazio ai processi di scelta, dal rapporto tra turisti e comunità ospitanti al problema della formazione degli operatori, al ruolo e al significato sociale che tale esperienza comporta.” (Maeran, 2004, p.9). Utilizzando tali strumenti il presente lavoro è quindi stato strutturato in tre distinte sezioni: Tempo libero e turismo Le fasi della vacanza e i turisti con bisogni speciali Turismo e turisti con bisogni speciali: un’esperienza

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

accessibilità
bisogni disabili
disabili
disabilità
fruizione
handicap
operatori turistici
servizi turistici
target disabili
tempo libero
turismo
turismo accessibile
turisti con bisogni speciali
vacanze
vacanze disabili

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi