Skip to content

Europa Federale: una visione personale

Informazioni tesi

  Autore: Massimiliano Maiello
  Tipo: Tesi di Master
Master in Master in Geopolitica: ''Il nuovo mondo''
Anno: 2007
Docente/Relatore: Caracciolo Lucio
Istituito da: SIOI (Società italiana per l'organizzazione internazionale) - Limes
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 18

Nel corso del Ventunesimo secolo, l’Unione Europea completerà il suo processo di integrazione sia per quel che concerne la sua estensione geografica sia dal punto di vista prettamente politico – istituzionale. In una mia personale visione, l’Europa diverrà uno Stato federale nel quale gli Stati nazionali non avranno più ragion d’essere. Al processo di dissoluzione degli Stati nazionali si affiancherà lo sviluppo armonico di una nuova realtà amministrativa, attraverso la quale i Popoli europei riusciranno a vivere in pace tra loro, eliminando i nazionalismi, che hanno caratterizzato la storia europea dal 1500 ad oggi.
In un panorama internazionale sempre più dinamico, e per questo incerto e insicuro, il peso politico del tradizionale Stato nazionale diventerà sempre meno rilevante nel mondo. L’esigenza di poter influire attivamente e in modo preponderante sulle politiche mondiali, farà sì che i Paesi europei rinuncino in maniera definitiva alle loro secolari prerogative nazionali, in nome di una “sopravvivenza” a livello internazionale, per fondersi in un'unica entità federale. L’Europa, finalmente, si presenterà al mondo come un’unica identità politica, in grado di competere con tutti gli attori statali nei diversi scenari internazionali, tutelando i propri interessi ed esportando, in modo univoco, la propria diversità culturale, le proprie tradizioni plurietniche, la propria varietà linguistica, la sua evoluzione millenaria, con una sola espressione, il suo “acquis communautaire”. Inoltre, riuniti insieme nella futura Federazione Europea, i Popoli europei potranno affrontare le emergenti esigenze politiche, economiche e sociali del panorama mondiale, attinenti al fenomeno della “Globalizzazione”, che altrimenti diventeranno sempre più difficili da sostenere rimanendo separati e in perenne disaccordo, come dimostra la storia degli Stati nazionali europei.
Questa personale ipotesi di Europa presuppone il fatto che tutti i Popoli del continente mettano da parte le proprie rivalità, in nome di uno spirito europeista, che superi le barriere nazionali, che consideri le diversità politiche, culturali ed economiche esistenti come una ricchezza comune con l’anelito di concorrere insieme, in maniera costruttiva, alla realizzazione di quella che oggi appare come una utopia di difficile attuazione. All’interno della Federazione Europea, i Popoli potranno sviluppare completamente tutte le proprie capacità produttive nei diversi settori, con l’esaltazione delle loro diversità, affermando il fondamentale valore dell’eterogeneità all’interno di un soggetto politico unitario, costituito con la precipua finalità di salvaguardare tutte le eccellenze esistenti, allo scopo di una integrazione ottimale.
Il processo di armonizzazione, sviluppato nei primi 50 anni di vita dell’Unione Europea, comporterà la completa integrazione delle strutture politiche ed economiche dei Paesi Membri, che decideranno di affidare la tutela dei propri interessi nazionali al nuovo soggetto sovrastatale, la Federazione Europea, la quale sarà fondata sulle precedenti istituzioni comunitarie, ma in una veste completamente nuova e innovativa rispetto alle tradizionali forme preesistenti. La nascente Federazione Europea rappresenterà l’espressione politica di quello spirito unitario che coinvolgerà tutti i Popoli europei, desiderosi di intraprendere la via della completa integrazione.
Lo sviluppo del processo, che porterà alla nascita del nuovo soggetto internazionale europeo, sarà stimolato dall’azione dei cittadini di tutta Europa, ma soprattutto dalle esigenze del mondo dell’economia continentale che vedrà nella creazione della Federazione, la possibilità di essere maggiormente competitivi, rafforzando le proprie posizioni nell’economia mondiale. Con questa specializzazione economica si potrà alimentare un circolo economico virtuoso dell’Europa, che permetterà di mettere in comune tutte le risorse provenienti dalle diverse economie territoriali, con l’ottimizzazione del sistema generale. In questo quadro si collocheranno le nuove istituzioni a livello comunitario, che riprendendo le tradizionali forme nazionali, si distingueranno per essere altamente rappresentative delle diverse realtà territoriali ed economiche. Allo stesso tempo, le future istituzioni europee, in primis la Presidenza, rappresenteranno gli interessi politici ed economici della Federazione Europea nel consesso mondiale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE “Gli stati europei sono divenuti un anacronismo storico” Luigi Einaudi, 1918 Nel corso del Ventunesimo secolo, l’Unione Europea completerà il suo processo di integrazione sia per quel che concerne la sua estensione geografica sia dal punto di vista prettamente politico – istituzionale. In una mia personale visione, l’Europa diverrà uno Stato federale nel quale gli Stati nazionali non avranno più ragion d’essere. Al processo di dissoluzione degli Stati nazionali si affiancherà lo sviluppo armonico di una nuova realtà amministrativa, attraverso la quale i Popoli europei riusciranno a vivere in pace tra loro, eliminando i nazionalismi, che hanno caratterizzato la storia europea dal 1500 ad oggi. In un panorama internazionale sempre più dinamico, e per questo incerto e insicuro, il peso politico del tradizionale Stato nazionale diventerà sempre meno rilevante nel mondo. L’esigenza di poter influire attivamente e in modo preponderante sulle politiche mondiali, farà sì che i Paesi europei rinuncino in maniera definitiva alle loro secolari prerogative nazionali, in nome di una “sopravvivenza” a livello internazionale, per fondersi in un'unica entità federale. L’Europa, finalmente, si presenterà al mondo come un’unica identità politica, in grado di competere con tutti gli attori statali nei diversi scenari internazionali, tutelando i propri interessi ed esportando, in modo univoco, la propria diversità culturale, le proprie tradizioni plurietniche, la propria varietà linguistica, la sua evoluzione millenaria, con una sola espressione, il suo “acquis communautaire”. Inoltre, riuniti insieme nella futura Federazione Europea, i Popoli europei potranno affrontare le emergenti esigenze politiche, economiche e sociali del panorama mondiale, attinenti al fenomeno della “Globalizzazione”, che altrimenti diventeranno sempre più difficili da sostenere rimanendo separati e in perenne disaccordo, come dimostra la storia degli Stati nazionali europei. Questa personale ipotesi di Europa presuppone il fatto che tutti i Popoli del continente mettano da parte le proprie rivalità, in nome di uno spirito europeista, che superi le barriere nazionali, che consideri le diversità politiche, culturali ed economiche esistenti come una ricchezza comune con l’anelito di concorrere insieme, in maniera costruttiva, alla realizzazione di quella che oggi appare come una utopia di difficile attuazione. All’interno della Federazione 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

acquis communautaire
area metropolitana
banca federale europea
borsa federale europea
cee
commissione economica federale
corte di giustizia federale
distretti federali
esercito federale europeo
europa
federazione europea
geopolitica
gli stati europei sono divenuti un anacronismo sto
globalizzazione
istituzioni europee
parlamento della federazione europea
presidenza della federazione europea
processo di armonizzazione e integrazione
regioni federali
società universale europea
stato nazionale
transnazionalità
trattato di roma
unione europea

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi