Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Biotecnologie applicate ai vegetali. Un'indagine terminografica italiano/francese

Con questa tesi ho analizzato e studiato le biotecnologie applicate ai vegetali. Un'indagine terminografica italiano/francese.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 0. PREMESSA Il presente lavoro si propone di recensire, analizzare e commentare i termini chiave delle biotecnologie in modo che possano essere fruibili e maggiormente comprensibili per un traduttore/interprete. Una prima fase dell’organizzazione della ricerca è consistita nella consultazione della documentazione sulla genetica vegetale messa a disposizione dall’Unione Europea. La natura di tale materiale, piuttosto diversificato e talvolta datato (1988), ha reso necessarie altre ricerche per avere una visione d’insieme, sviscerare l’argomento e successivamente concentrarsi esclusivamente sulle tecniche di manipolazione dei vegetali. Alcune nozioni preliminari di biologia sono certamente state di aiuto nell’accostarsi alla materia, ma è stato comunque indispensabile un vero e proprio lavoro di approfondimento e studio dell’argomento. La scelta dei termini da includere nel corpus terminologico non è stata facile, in quanto è stato fondamentale individuare innanzitutto quali di essi, scontati per un biologo, fossero invece sconosciuti o semplicemente di difficile traduzione per un interprete o traduttore, la cui conoscenza enciclopedica è spesso di stampo più umanistico. Anche per questo motivo si sono privilegiate le note e laddove possibile i contesti, al fine di poter aggiungere qualche nozione che, per quanto sintetica, avrebbe potuto essere utile per meglio inquadrare il termine nel campo semantico a cui appartiene. Se da un lato tuttavia non si è potuto fare a meno di includere termini noti ma fondamentali, considerato soprattutto che il lavoro è destinato ad utenti non specializzati, dall’altro si è cercato di privilegiare quelli più recenti ancora non citati nei manuali. L’insieme di termini scelti rappresenta quello che oggi si può definire come il nocciolo duro della terminologia del settore, selezionato dopo un’attenta e approfondita lettura di testi specialistici sotto la guida degli esperti consultati. Sotto la guida di questi ultimi, il corpus di termini è stato suddiviso nei seguenti campi semantici: biologia, biologia cellulare, biologia molecolare, biotecnologie, fitopatologia, genetica, immunologia, ingegneria genetica, microbiologia. La ricerca del materiale è senza dubbio stata la parte più impegnativa. Nonostante la grande diffusione di articoli sulle biotecnologie e le numerose opere di stampo divulgativo presenti in commercio, si privilegiano gli aspetti più sensazionalistici come la clonazione umana. D’altro canto, pubblicazioni più tecniche per loro stessa natura, mal si prestavano ad essere utilizzate per ricavarne definizioni che fossero sufficientemente chiare ed esaurienti, tenendo soprattutto conto del fatto che, nella vita lavorativa di tutti i giorni, difficilmente un interprete o un traduttore avrebbe il tempo di fare ricerche terminologiche approfondite nel corso di anni. Si suppone infatti che le

Tesi di Laurea

Facoltà: Scuola sup. di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori

Autore: Barbara Baldi Contatta »

Composta da 119 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2174 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.