Skip to content

Bilancio di sostenibilità e modelli per la rappresentazione del valore creato - Il caso Telecom Italia

Informazioni tesi

  Autore: Matteo Bartolini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Libera Univ. Internaz. di Studi Soc. G.Carli-(LUISS) di Roma
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Giovanni Fiori
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 105

Negli ultimi anni è cresciuta la necessità, da parte dei paesi industrializzati, di misurarsi con le nuove sfide che emergono nella prospettiva dello Sviluppo Sostenibile. Questo concetto è stato definito per la prima volta dal Rapporto Bruntland come "lo sviluppo che soddisfa i bisogni del presente senza compromettere la possibilità per le generazioni future di soddisfare le proprie necessità". L'obiettivo è dunque quello di realizzare sistemi di produzione e consumo di beni e servizi in grado di coniugare le esigenze di sviluppo e crescita economica con il rispetto dell'ambiente.
A livello europeo, l'impulso derivante dalle conferenze ONU, da quella di Rio de Janeiro alla più recente di Kyoto, è stato accolto con grande tempestività dalla Comunità Europea attraverso la predisposizione del Quinto Programma di azione ambientale che, nell'affrontare il tema dello Sviluppo Sostenibile in termini di politica e strumenti attuativi, ha introdotto per la prima volta un approccio basato sulla responsabilizzazione di tutte le parti cointeressate (autorità, cittadini, imprese).
A questo proposito un riferimento obbligato è costituito dal cd. Libro Verde della Commissione Europea sul tema "Promuovere un quadro europeo per la responsabilità sociale delle imprese”. In questo documento viene fornita una prima definizione di responsabilità sociale dell'impresa quale "integrazione volontaria delle preoccupazioni sociali ed ecologiche delle imprese nelle loro operazioni commerciali e nei loro rapporti con le parti interessate".
Le logiche fondamentali, sulle quali si fonda la responsabilità sociale, definita a volte anche "cittadinanza sociale dell'impresa" sono tre, ed in particolare:
• volontarietà delle iniziative: non esiste attualmente alcun vincolo che impone alle imprese di impegnarsi in modo trasparente e responsabile nell'adozione di iniziative comportamentali non strettamente correlate a strategie di business o di marketing interne;
• coinvolgimento di tutti gli stakeholders : la responsabilità sociale è concepita con un complesso di politiche, prassi e programmi che vengono integrati in tutte le operazioni economiche e nei processi decisionali. Ciò comporta che i soggetti che a vario titolo sono coinvolti nell'attività dell'impresa possono diventare i destinatari, a volte anche in via indiretta, delle attività intraprese dall'azienda.
• orientamento alla trasparenza e all'autovalutazione: al fine di dimostrare con risultati documentabili la concretezza del loro impegno in ambito socio-ambientale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
III INTRODUZIONE Indipendentemente dalla loro dimensione, tutte le aziende instaurano con l’ambiente che le circonda una serie di rapporti caratterizzati da elevati gradi di complessità. Oggi, sebbene il profitto rimanga l’obiettivo principale da perseguire, il management tiene in forte considerazione tutte le interazioni che coinvolgono l’azienda, la quale non si limita più, come un tempo, ad occuparsi esclusivamente dell’aspetto quantitativo e qualitativo dei prodotti offerti. L’obiettivo del presente elaborato è dunque quello di illustrare i differenti modelli di formulazione dei bilanci di sostenibilità, analizzandone lo stato di sviluppo e di diffusione, soprattutto nella realtà delle imprese multinazionali a forte impatto ambientale, che sono ormai solite affiancare tali rapporti alla documentazione bilancistica obbligatoria. Nel primo capitolo del presente lavoro si introduce il concetto di sostenibilità quale elemento portante della reportistica sociale ed ambientale, analizzando la nascita delle prime forme di rendicontazione e dei principi generali di redazione. Si prosegue poi tracciando il cammino evolutivo della reportistica complementare, attraverso l’individuazione delle varie associazioni che, in tappe successive, hanno introdotto differenti modelli per la rendicontazione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi