Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tra alienazione e identità. Percorsi tra i Pink Floyd e Platone

L'obiettivo del nostro studio si prefigge di delineare le caratteristiche fondanti che fanno dell'uomo un vero e proprio essere umano nel senso più pieno del termine ma, per fare questo, allo stesso modo di filosofi come Sartre e Marcuse e di romanzieri come Kafka e Dostoevskij è stato compiuto un lògos, vale a dire un discorso sull'uomo, partendo innanzi tutto dall'evidenziarne in maniera il più possibile amplificata quei tratti negativi ed innaturali che invece ne determinano la sua "disumanità".
Kafka e Dostoevkij erano fondamentalmente dei romanzieri ma, le loro opere hanno avuto una poderosa influenza nella letteratura filosofica e psicologica moderna poiché esse hanno trattato le "incongruenze" dell'umanità.
Partendo da quest'idea, attingendo dal panorama musicale moderno, ci siamo avvalsi di un gruppo rock, i Pink Floyd, per cercare di comprendere il senso dell'umano tra condizione alienante e tensione di pienezza. Infatti, i Pink Floyd pur non essendo autori "canonici" dal punto di vista filosofico, grazie ai testi delle loro canzoni, allo stesso modo delle tragedie greche come l'Antigone di Sofocle, e dei romanzi come Delitto e Castigo di Dostoevskij e la Metamorfosi di Kafka, con "The Wall", ci permettono di compiere un'appassionata indagine filosofica sull'uomo. Il tema cardine del nostro studio è l'alienazione dell'uomo e "The Wall" ("Il Muro"), l'opera magna dei Pink Floyd che, a causa della sua impressionante carica drammaturgica sull'estraniazione dell'uomo dalla realtà, è stata scelta come appassionante oggetto di analisi. L'alienazione dell'uomo è una tematica universale, e il concetto base di "The Wall" è dunque l'alienazione. Pink, il protagonista dell'opera "The Wall", è un disincarnato poiché non riesce a sviluppare la propria umanità. In lui si è avviata la scissione tra corpo e anima, una volta incapace di stabilire un efficace sistema di relazioni tra esteriorità ed interiorità, Pink non sarà più capace di conferire ordine e senso alla vita.
Risulta dunque essere fondamentale per l'Educatore Professionale affinché possa comprendere al meglio le dinamiche umane e dunque agire di conseguenza, avere una robusta sophia sull'uomo mediante la conoscenza proveniente non solo dalla letteratura prettamente filosofica, ma anche da quella proveniente dal mondo della musica. Nel nostro caso, ciò è stato compiuto mediante l'analisi dell'opera "The Wall" dei Pink Floyd.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE DILEMMI E PERCORSI SULL’ UMANO Dopo avere completato il proprio muro, cosa farà l’uomo alienato? Con i mattoni della sua follia, edificherà ulteriori barriere di non realtà? Oppure con i brandelli della sua umanità, esplorerà probabili sentieri di verità? Sulla cupa parete interna del muro dipingerà ombrosi affreschi di alienazione? O ancora, dagli spiragli di esso, cercherà auspicabili barlumi di medesimezza? E' possibile che quest’uomo alienato, chiuso dentro il suo muro, possa trovare la forza per giungere a quel giusto filosofare, con cui poter forgiare la chiave che gli permetterà di aprire tutte le serrature dei sepolcri imbiancati della sua falsa identità? E in definitiva, il costante e deleterio accatastamento di laterizi di incomunicabilità sarà forse l’unico espediente in cui egli potrà confidare per esorcizzare i fantasmi che offuscano la sua mente? Dilemmi che si concentrano nella necessità di fare una netta distinzione tra il polo dell'essere umani, nel senso di agire e apparire come persone nel significato più pieno del termine, e il polo del sentirsi umani in senso soggettivo. Si tratta di una linea di demarcazione delimitante la verità dalla falsità, l’essere dall'irreale, l'identità dalla pseudo-identità, terra di nessuno, un confine pericoloso costituito dal muro dell’alienazione. Dilemmi che conducono verso luoghi inesplorati, seguendo un viaggio ieri intrapreso dal pensiero poliedrico di Platone, oggi intrapreso dalla musica e dai testi delle canzoni dei Pink Floyd. Due percorsi a spirale che si intersecano a vicenda e che vanno da “The Wall” a “l'Apologia di Socrate”, da “Repubblica” a “Dark Side Of The Moon”. Percorsi che non danno soluzioni e che descrivono comunemente il vivere “non umano” dell’uomo sulla terra. Percorsi che offrono nuove possibilità di ripensare l’uomo in un viaggio nel tempo dal 400 a.c. al 2000 d.c., da Platone ai Pink Floyd e viceversa. Il nostro studio sarà articolato in tre parti. Nella prima parte ci proponiamo innanzitutto di compiere un’accurata disamina del significato che il termine

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze dell'Educazione

Autore: Michele Fontana Contatta »

Composta da 117 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 13632 click dal 10/06/2008.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.