Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I lavoratori cinesi nel Cuneese

Il presente lavoro tratta il fenomeno migratorio cinese accennando al contesto extraeuropeo prima di tutto per poi approfondire il contesto europeo e le zone di provenienza da cui hanno preso il via, dalla fine del XIX secolo, le catene migratorie che hanno fatto sì che oggi i cinesi d’oltremare siano diventati una delle maggiori comunità straniere presenti sul nostro continente.
Vengono trattate le fasi dell’immigrazione cinese in Italia, a partire dalle prime presenze registrate sul nostro territorio fino ad oggi, mostrando alcuni aspetti che caratterizzano la comunità cinese in Italia. L’attenzione è focalizzata sulle comunità cinesi presenti nella regione Piemonte, con particolare interesse a quella del capoluogo torinese e a quella della provincia di Cuneo.
E' stato analizzato in modo specifico il caso particolare della comunità cinese stabilitasi nei comuni di Barge e Bagnolo P.te, facenti parte della provincia di Cuneo. Attraverso una breve presentazione del contesto storico-geografico e del tessuto economico e sociale della zona, vengono analizzati i fattori che, a partire dagli anni Ottanta, hanno cominciato ad attrarre in misura sempre maggiore cittadini stranieri e in gran parte di nazionalità cinese. l’attenzione è focalizzata sull’inserimento lavorativo degli immigrati cinesi, attraverso uno studio delle varie tipologie occupazionali che li interessano. Attraverso un’analisi incrociata tra i dati oggettivi forniti dai vari enti pubblici, dalle banche dati in internet messi a disposizione dall’ISTAT e dalla Regione Piemonte e i dati raccolti utilizzando l’intervista libera, si è cercato di capire se i territori bargese e bagnolese rappresentino un punto d’arrivo o un punto di partenza nella realizzazione del progetto migratorio dei lavoratori cinesi e delle loro famiglie attualmente residenti nella zona.

Mostra/Nascondi contenuto.
I INTRODUZIONE Il presente lavoro di ricerca nasce dall’esperienza personale come tirocinante negli Sportelli Informativi per cittadini stranieri e nelle scuole, primaria e secondaria di primo grado, presenti nei comuni di Barge e Bagnolo P.te. Grazie a questo tirocinio sono entrata in contatto con la comunità cinese di queste zone, di cui fino a quel momento, avevo solamente sentito parlare. La mia curiosità verso questa popolazione è aumentata giorno dopo giorno: sebbene all’inizio non riuscissi a ricordare nomi e volti delle persone che incontravo agli sportelli, con il passare del tempo molti visi mi sono divenuti familiari e, grazie al lavoro svolto nelle scuole, sono entrata in contatto anche con i figli delle stesse persone viste agli sportelli. Non soltanto la maggiore conoscenza di queste persone, ma anche la mia esperienza personale con il luogo, mi hanno spinta a voler analizzare in profondità il fenomeno migratorio cinese, le caratteristiche di questa comunità e le motivazioni che l’hanno spinta ad emigrare in questi piccoli comuni della Valle Infernotto. Ho cercato di definire i tratti di questa comunità inserendola nel contesto socio-economico e culturale del luogo di accoglienza, i comuni di Barge e Bagnolo P.te e in quello della regione di provenienza, lo Zhejiang. Il primo capitolo presenta il fenomeno migratorio cinese accennando al contesto extraeuropeo prima di tutto per poi approfondire il contesto europeo e le zone di provenienza da cui hanno preso il via, dalla fine del XIX secolo, le catene migratorie che hanno fatto sì che oggi gli huaqiao (华侨), ovvero i cinesi d’oltremare, siano diventati una delle maggiori comunità straniere presenti sul nostro continente. Il secondo capitolo tratta le fasi dell’immigrazione cinese in Italia, a partire dalle prime presenze registrate sul nostro territorio fino ad oggi, mostrando alcuni aspetti che caratterizzano la comunità cinese in Italia. Nel terzo capitolo ho focalizzato l’attenzione sulle comunità cinesi presenti nella regione Piemonte, con particolare interesse a quella del capoluogo torinese e a quella della provincia di Cuneo.

Tesi di Master

Autore: Letizia Magliola Contatta »

Composta da 103 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1383 click dal 17/09/2008.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.