Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Caro-benzina: ragioni, problematiche e possibili soluzioni

Il caro-benzina è un fenomeno sotto gli occhi di tutti e di grande attualità. Il prezzo dei carburanti negli ultimissimi anni è infatti salito in misura considerevole e il trend, seppure con periodi di assestamento, sembra essere destinato a produrre ulteriori aumenti in futuro. Inoltre il prezzo della verde si presenta in Italia piuttosto alto anche rispetto alla media europea.
Quello del caro-benzina è d'altra parte un problema complesso, sul quale incidono in varia misura: l’andamento del prezzo del petrolio; l’imposizione fiscale; l’assetto oligopolistico del mercato e le articolate relazioni verticali tra compagnie petrolifere e distributori che ne regolano il funzionamento. Un’unica soluzione netta e definitiva di fatto non esiste e l’approccio di chi voglia seriamente affrontare tutte le determinanti del prezzo della benzina deve essere molteplice e composito.
In questo paper si cercherà allora di chiarire tutti i vari passaggi che portano dalla produzione del petrolio greggio all’erogazione di benzina alla pompa, in modo da capire grado per grado come si forma il prezzo finale del carburante e quali siano quindi i principali nodi critici su cui intervenire per contenerne la tendenza al rialzo. Tale analisi sarà condotta tenendo conto dei dati e delle informazioni fattuali di mercato leggendoli alla luce degli strumenti interpretativi forniti dalla teoria economica.

Mostra/Nascondi contenuto.
Caro-Benzina: ragioni, problematiche e possibili soluzioni 4 1. INTRODUZIONE: CARO-PETROLIO E CARO-BENZINA Il petrolio tra tutte le commodities è certamente la più strategica ed importante. Uno shock del mercato petrolifero è infatti capace di sconvolgere intere economie, mettendo in allarme tanto il mondo dell’alta finanza quanto i singoli bilanci familiari. Dal prezzo del petrolio dipende il costo della benzina e delle bollette energetiche e ciò fa sì che nessun cittadino possa dirsi completamente estraneo alle sue fluttuazioni. Anzi, si può affermare senza timore di smentita che a seguito dell’escalation verificatasi negli ultimi tempi (da 50 a 67 dollari al barile nel periodo agosto 2004-agosto 2005), e malgrado il successivo parziale assestamento (58 dollari a dicembre 2005), quello del prezzo del greggio, e di riflesso della benzina e dell’energia, sia oggi uno dei temi economici che riscontra il maggior interesse ed attenzione presso l’opinione pubblica. Cifre come 1,250, 1,210 o addirittura 1,350, citando in ordine sparso alcuni dei prezzi in euro della benzina negli ultimi mesi (l’ultimo rappresenta il picco massimo raggiunto il 7 ottobre 2005), sono entrate nella quotidianità dell’automobilista medio, mai come oggi attento nel confrontare le piccole differenze tra i vari distributori al fine di risparmiare qualche spicciolo. Ed è proprio il tema del caro-benzina l’argomento di questo paper: nella figura riportata di seguito sono elencati i prezzi in euro attualizzati della benzina verde a partire dalla sua introduzione in Italia (era il 1985) fino ad oggi. L’evidenza dei dati conferma come, specie negli ultimissimi anni, il costo della benzina sia letteralmente schizzato: le associazioni consumatori hanno calcolato che nel solo 2005 il caro-petrolio (benzina e in misura minore trasporti e bollette di luce e gas) è costato alle famiglie italiane circa 400 euro in più e si invocano interventi da parte del governo.

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Enrico Tamellini Contatta »

Composta da 61 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1429 click dal 19/06/2008.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.