Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Paratesti nell'editoria fascista

L'obiettivo del presento lavoro è quello di effettuare un'analisi dei paratesti di libri pubblicati da case editrici vicine al regime, per osservare come, attraverso queste "soglie" del testo, fosse possibile veicolare principi e ideologie del fascismo, fare propaganda, e orientare la lettura del pubblico. Le case considerate, allineate al regime, sono quattro: Alpes, Libreria del Littorio (poi Unione editoriale d'Italia), Augustea, Edizioni Roma. L'analisi si è orientata sia verso l'analisi politico-propagandistica, che verso quella pubblicitaria dei paratesti testuali e iconici adoperati dagli editori. Dalla ricerca è emersa una chiara consapevolezza da parte delle case editrici di avere tra le mani, con i paratesti, un'arma di persuasione forse meno appariscente e più mimetica delle altre, ma decisamente pervasiva ed efficace, alla quale raramente un lettore riusciva a sottrarsi.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 PREMESSA Il presente lavoro si propone di effettuare un’analisi dei paratesti dei libri pubblicati da alcune case editrici del periodo fascista, sorte con la specifica intenzione di servire il regime e diffonderne i principi. Se è chiaro che “nel Regime Fascista il libro è uno strumento politico essenzialmente, in quanto educa tutto un popolo in patria e opera una efficacissima penetrazione all’Estero” 1 , attraverso la presente analisi è possibile vedere in che modo il regime comunica la propria ideologia per mezzo degli apparati paratestuali, cioè per mezzo di quelle “soglie” che introducono il lettore al testo e ne orientano la lettura. L’analisi è stata condotta in particolare su quattro case editrici allineate al regime: Alpes, Libreria del Littorio, Augustea, Edizioni Roma. In mancanza di cataloghi storici, le pubblicazioni sono state individuate per mezzo del sistema OPAC SBN, che consente di accedere on line al catalogo collettivo delle biblioteche italiane aderenti al servizio. Nello specifico, poi, sono stati reperiti i libri conservati presso le biblioteche milanesi 2 : pur nella consapevolezza della parzialità della ricerca, e considerando anche la difficoltà di reperire testi degli anni Venti e Trenta, è possibile affermare che, per ogni casa editrice, le biblioteche milanesi conservano - e hanno consentito di esaminare - oltre la metà del totale delle pubblicazioni reperibili a livello nazionale. Sebbene quindi non sia possibile parlare di estrema completezza della ricerca, è possibile comunque definire con una certa sicurezza i tratti - paratestuali - di un’editoria minore e poco conosciuta. L’analisi dei paratesti è stata organizzata suddividendo le opere esaminate in due aree: l’area saggistica, comprendente opere di attualità, di storia e di politica; e l’area letteraria, comprendente romanzi, raccolte poetiche, biografie. All’interno di ogni area si è proceduto a un’analisi casa per casa, esaminando prima - quando presenti - le collane, e in seguito le opere fuori collana. 1 Cit. da un articolo apparso nel 1937 su «Il libro italiano», rivista del ministero della Cultura popolare e dell’Educazione nazionale, in Nicola Tranfaglia (2000), p. 247. 2 I libri consultati sono conservati presso le seguenti biblioteche milanesi: biblioteche dell’Università degli Studi di Milano: di giurisprudenza, lettere e filosofia; di storia e documentazione storica; di scienze dell’antichità e filologia moderna; di storia delle società e delle istituzioni; di arte, musica e spettacolo; di filosofia; di germanistica, APICE. Altre biblioteche: Sormani; Braidense; Fondazione Feltrinelli; biblioteca Ferruccio Parri (INSMLI); biblioteca delle Civiche raccolte storiche; Biblioteca d’Arte; Centro di Documentazione ebraica contemporanea; biblioteca del Conservatorio di musica “Verdi”.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Elisa Di Battista Contatta »

Composta da 219 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2014 click dal 20/06/2008.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.