Skip to content

Pensare di più, pensare altrimenti. Paul Ricoeur e la sfida del male

Informazioni tesi

  Autore: Mauro Cinquetti
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Filosofia e antropologia
Anno: 2008
Docente/Relatore: Chiara Cotifava
Correlatore: DomenicoJervolino
Istituito da: Università degli Studi di Parma
Dipartimento: filosofia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 434

La ricerca si concentra sulla sfida del male come tema centrale del pensiero di Ricoeur: il male è visto come una questione che suggerisce a pensare di più e a pensare altrimenti su diversi piani (metodo filosofico, etica, religione, politica e diritto). Una sezione del lavoro analizza la letteratura critica su Ricoeur e definisce il retroterra filosofico del pensiero di Ricoeur riguardo al male.
Partendo dalla suggestioni di Ricoeur, alcune conclusioni teoretiche propongono la prospettiva di una “ragione integrale”, che rifiuta di trovare “soluzione logiche”, ma accetta di cercare “risposte creative” al male (in etica, in politica e nella saggezza).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
11 Introduzione Ricoeur e il male. Un itinerario di vita e di pensiero Sono nato nel 1913 a Valence, dove mio padre era professore di inglese. Il fatto decisivo della mia infanzia è di essere stato un orfano di guerra, cioè il figlio di una vittima della prima guerra mondiale, di un padre già vedovo da alcuni mesi quando fu ucciso nel settembre 1915 nella battaglia della Marne. Conservo un ricordo, di cui non so se si tratti davvero di un ricordo o di una ricostruzione a partire da quanto mi è stato raccontato: l’11 novembre 1918 non fu per noi un giorno di vittoria e di gioia. Credo di ricordare di aver visto arrivare alcuni treni di soldati chiassosi e gioiosi, mentre in casa regnava il lutto. Non sapevamo se mio padre fosse effettivamente morto: avevamo ricevuto solamente un avviso di scomparsa. Soltanto molto più tardi, nel 1932, fu ritrovato il suo corpo arando un campo; egli fu riconosciuto dalla sua matricola. La guerra finiva, così, nel lutto di mio padre1. L’itinerario di vita e di pensiero di Paul Ricoeur è stato segnato fin dall’inizio dalla presenza del male: il male che si manifesta nell’esperienza del lutto del padre (la madre era già morta poco dopo il parto), il male della Grande Guerra. Forse anche per questo la riflessione sul male, sull’ingiustificabile, sull’ingiustizia è una costante che attraversa tutto il suo pensiero. L’esperienza del male accompagnerà Ricoeur lungo il corso della sua esistenza sia attraverso diverse prove particolarmente dolorose, sia attraverso gli eventi tragici che hanno caratterizzato il XX secolo e dei quali è stato testimone diretto2. Cercheremo per questo di rileggere il pensiero ricoeuriano focalizzando la nostra attenzione sulla sfida del male e sulle risposte che Ricoeur ha cercato di dare a questa sfida. Quando qualcuno cercava di indagare la sua biografia, diceva spesso: «Nessuno è interessato alla mia vita; e peraltro, la mia vita è la mia opera. Se vuoi scrivere qualcosa su di me, scrivi solo riguardo ai miei libri e articoli filosofici»3. In realtà la sua vita permette di rileggere con acutezza la tensione che anima il suo pensiero e lo dimostrano le due ottime biografie preparate su 1 CC, 11 [21]. 2 Cfr. F.DOSSE, Paul Ricoeur. Les sens d’une vie, La Découverte, Paris 1997. 3 C.E.REAGAN, Paul Ricoeur. His Life and His Work, The University of Chicago Press, Chicago 1996, 72 e 1.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi