Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Oscillando tra Shari’a e Laicità Diritti delle Minoranze in Turchia e Pakistan

La Turchia è un crocevia geografico, culturale e religioso non solo perché ponte tra ovest e est, Europa e Asia e tra il mondo Cristiano e quello Musulmano, ma anche perché rispettando standard moderni e occidentali è l’unico paese a maggioranza musulmana sul continente europeo.
Il Pakistan è anch’esso luogo di confine tra il, demograficamente ed economicamente impressionante, mondo indo-cinese e il tumultuoso mondo, intrinsecamente islamico, dell’Afghanistan e dell’Iran.
La possibile comparazione della condizione giuridica delle minoranze in Turchia e Pakistan, che è poi l’obbiettivo di questo elaborato, è nata riflettendo sui due paesi e sul rapporto della maggioranza dei cittadini con lo stato, infatti, pur avendo entrambi maggioranze musulmane, la Turchia adotta un ordinamento legato alla laicità dello Stato mentre il Pakistan è tutt’ora avvinto alla Shari’a (legge islamica).
La tesi dipana il nodo della condizione giuridica delle minoranze proponendo un sunto del backfground storico dei due paesi, come nel tempo le poliche nei confronti delle minoranze siano mutate, una definizione sociologica di minoranza, passando poi all’identificazione dei gruppi di minoranza nei due paesi, ed infine alla condizione attuale delle popolazioni minoritarie.
Sia la Turchia che il Pakistan si trovano, ad oggi, di fronte alla medesima sfida anche se questa nei due paesi assume sfumature differenti. Infatti se la Turchia deve concentrarsi sulla protezione delle minoranze etniche, il Pakistan deve risolvere i problemi legislativi, e non solo, relativi alle minoranze religiose.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione. “L’Islam è come l’acqua, assume il colore dei territori che attraversa” (Hampatè Ba). La possibile comparazione della condizione giuridica delle minoranze in Turchia e Pakistan, che è poi l’obbiettivo di questo elaborato, è nata riflettendo sui due paesi e sul rapporto della maggioranza dei cittadini con lo stato, infatti, pur avendo entrambi maggioranze musulmane, la Turchia adotta un ordinamento legato alla laicità dello Stato mentre il Pakistan è tutt’ora avvinto alla Shari’a (legge islamica). Per giungere a questo traguardo ho scelto di considerare, in via preliminare, la storia costituzionale stessa dei due paesi nell’ottica dello sviluppo dei diritti umani. La seconda parte dell’elaborato, dopo aver esposto una definizione di base sociologica del termine minoranza, gruppo etnico e culturale, si concentra sull’indagine dei vari gruppi di minoranza sia religiosi che etnici presenti nei due paesi. Il caso turco si dimostra molto interessante da questo punto di vista perché non solo presenta la differenza tra musulmani e non-musulmani ma anche tra minoranze riconosciute e non riconosciute, difformità quest’ultima conseguente al Trattato di Losanna del 12 luglio 1923 che riconosceva (solo) le minoranze storicamente presenti sul territorio anatolico. Anche la situazione pakistana mostra posizioni degne di attenzione in quanto le caratteristiche dei gruppi etnici hanno affiliazioni ancora forti alla tradizione e alla radice della storia pakistana, inoltre, anche le vicende legate al gruppo di minoranza Ahmadiyya sono notevoli, da questo punto di vista, poiché, pur essendo un gruppo originatosi in alveo islamico, di estrazione sunnita, è giudicato eretico dalla maggioranza musulmana dal momento in cui il suo fondatore affermò che con lui si riapriva il ciclo profetico che invece, per l'Islam sunnita e sciita, si sarebbe (per dogma) esaurito con la figura di Muhammad. Nell’ultima parte dell’elaborato, si cerca di chiarire la posizione delle minoranze nei due paesi con lo studio di alcuni casi pratici in relazione ai diritti violati, si noterà come la Turchia deve risolvere i 3

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Selvaggia Ferrario Contatta »

Composta da 51 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 813 click dal 08/07/2008.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.