Skip to content

Comunicare i due volti dell’Europa (Analisi di due rubriche d’approfondimento di RaiTre sull’Ue)

Informazioni tesi

  Autore: Francesca Campoli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università per stranieri di Perugia
  Facoltà: Lingua e Cultura Italiana
  Corso: Comunicazione Internazionale
  Relatore: Rolando Marini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 125

L’integrazione europea nasce da un progetto politico ed economico, frutto delle riflessioni all’interno di ambiti circoscritti e settori specifici di conoscenza, per questo nel quadro delle riflessioni sull’Europa emerge ormai con preponderanza l’attenzione verso le percezioni e gli atteggiamenti dell’individuo in questa nuova realtà, e soprattutto verso la formazione delle opinioni e quindi la costruzione dell’immaginario sociale.
La quantità delle decisioni prese a livello europeo, la scarsa trasparenza del processo decisionale, la difficoltà per i cittadini di capire e partecipare a tale processo, sono all’origine del disagio diffuso tra la popolazione e del deficit di legittimità democratica delle istituzioni dell’Unione.
Essendo per lo più un processo “estraneo” ai molti (perché lontano dalla quotidianità), l’Ue necessita di uno spazio in cui il discorso comune (in termini habermasiani) sviluppi identità e plasmi appartenenze sociali, creando le condizioni per un approfondimento dell’integrazione, una comunità politica, cioè, che legittimi il processo attraverso la partecipazione e la relativa produzione di consenso (o dissenso). E proprio la partecipazione politica, la condivisione di valori e il riconoscimento di diritti politici e civili potrebbero supplire alla mancanza di un “popolo europeo” paragonabile al popolo di uno Stato nazionale (ostacolato dall’eterogeneità etnica e culturale dell’Unione) attraverso un nuovo tipo di cittadinanza che superi le differenze etniche. Ma la cittadinanza non è (solamente) un dato istituzionale, è anche e soprattutto un processo che ha bisogno di tempo per diventare una prassi quotidiana e diffusa e alla fine sedimentarsi, e per di più necessita di un apparato discorsivo e simbolico che lo esprima, lo comunichi, lo renda comprensibile. Se esiste una cittadinanza-appartenenza europea si pone, quindi, il problema di un suo fondamento simbolico, che le conferisca senso e spessore. In questo contesto il cittadino può essere aiutato dai media a comprendere e condividere il percorso di cui è testimone. La rilevanza dei media nei processi di acquisizione dell’identità europea, infatti, deriva dalla loro capacità di veicolare realtà lontane e difficilmente esperibili di persona, permettendo la formazione di opinioni e alimentando il dibattito pubblico che sta alla base dell’esercizio della cittadinanza. I media sono anche il soggetto verso cui si condensano le aspettative di informazione della maggior parte delle persone, ma è diffusa la constatazione dell’inadeguatezza dei giornalisti nello svolgere questa funzione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE "Le forme sociali e le relazioni che una tecnologia rende possibili sono esse stesse immaginate e anticipate dalla tecnologia. La tecnica è vettoriale e non puramente neutrale nel processo storico. Una costruzione, la sua precisa architettura, anticipa e immagina le relazioni sociali che permette e desidera (...) Le relazioni sociali di classe, status e potere richiedono sia una struttura concettualmente determinata di persone sia una tecnologia per metterla in pratica (...) Descrivere la comunicazione non è semplicemente descrivere una costellazione di idee messe in un santuario; è anche descrivere una costellazione di pratiche che (...) determinano quelle idee in un insieme di forme tecniche e sociali." (Carey J.W.) La forma e il funzionamento della democrazia sono oggi strettamente connessi con l’evoluzione dei sistemi sociali di comunicazione. Parlare di mass media vuol dire parlare di cultura collettiva, di democrazia politica, di conoscenza della società. È questo il motivo per il quale nello studio della realtà europea si è scelto di affiancare ai concetti teorici di cittadinanza, identità e sfera pubblica la realtà empirica, considerando il modo in cui i media possono fornire uno spazio per la realizzazione di suddetti concetti. Arrivati a questo punto nel processo di integrazione dell’Unione europea, 5

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi