Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tracciabilità interna in un'azienda orticola ed etichettatura ambientale

In questo elaborato sono stati analizzati vari sistemi di tracciabilità interna o volontaria da adottare nella coltivazione in Serra, ed ai singoli processi produttivi sono stati calcolati i rispettivi costi energetici. Possiamo dire che il primo punto, la tracciabilità interna, è uno strumento fondamentale per sapere con trasparenza come sono state prodotte le materie prime in commercio.
Per il lavoro svolto è stato preso in esame la possibilità di avere una tracciabilità interna della filiera produttiva in un’ azienda orticola. Attraverso lo studio di un apposito sistema di raccolta dati e la successivamente rielaborazione degli stessi è stato analizzato il Costo Energetico di ogni fase di produzione, dalle lavorazioni pre-semina alla raccolta delle derrate. L’analisi energetica è stata calcolata per tutti quei fattori Diretti ed Indiretti, per quanto riguarda il Basilico, e solo Indiretti per il Ravanello. Tutti i risultati ottenuti si riferiscono all’unità funzionale Serra, che si estende per una superficie di 1000 m2
Il sistema di tracciabilità interna, oltre alle garanzie che offre al consumatore, mi dà una serie di dati che percorrono tutta la filiera di produzione interna dell’azienda, dalle lavorazioni pre-semina alla raccolta.


Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1: Introduzione La tracciabilità volontaria è quel sistema che permette alle aziende di garantire ulteriormente il proprio prodotto al consumatore, dandogli un valore aggiunto che aumenta la sua “qualità e affidabilità”. “Qualità” perché ogni azienda specifica come il proprio prodotto è stato realizzato e lo garantisce al consumatore. “Affidabilità” perché l’azienda si espone sul mercato, soprattutto nei confronti dei consumatori, ad ogni eventuale errore commesso durante la produzione che si andrebbe a ripercuotere sull’azienda stessa . La tracciabilità deve essere riferita ad ogni singola porzione di prodotto, e deve consentire di risalire ad ogni azienda che ha avuto un ruolo nella formazione di tale porzione o prodotto. Sono molteplici i benefici che possono derivare dall’adozione di un sistema di tracciabilità, in particolare i vantaggi che ne derivano ai consumatori. Questi ultimi sono così in grado di decidere se comprare un determinato prodotto o meno. Infatti sull’etichetta verrà evidenziato il produttore, a caratteri cubitali, così da rimanere impresso nella mente del consumatore stesso. La tracciabilità in sé è uno strumento di controllo e prevenzione, che mira a determinare eventuali colpe di cattiva gestione nella produzione e trasformazione delle derrate alimentari. La tracciabilità volontaria, invece, è anche la possibilità che ogni azienda ha per farsi pubblicità! 3

Laurea liv.I

Facoltà: Agraria

Autore: Daniel Papi Contatta »

Composta da 39 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1174 click dal 10/07/2008.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.