Skip to content

Il petrolio oltre i cento dollari: analisi del mercato petrolifero e modello dinamico valutativo

Informazioni tesi

  Autore: Matteo Terrevazzi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze dell'economia
  Relatore: Luigi Geppert
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 226

L’obiettivo di questa tesi è di cogliere le forze che agiscono nel mercato petrolifero, attraverso un’analisi che tiene conto dell’interdisciplinarità dell’argomento, al fine di individuare le cause dell’attuale crisi petrolifera. Nel corso di 10 anni, molteplici fattori hanno spinto il prezzo del greggio dai 10 dollari del 1999 fino a superare, il 3 gennaio 2008, la barriera dei 100 dollari, giudicata da tutti gli esperti come limite oltre il quale l’economia mondiale potrebbe entrare in una profonda recessione.
Per l’analisi del mercato petrolifero sono state utilizzate diverse fonti:
• Materiale bibliografico di natura divulgativa, scritto dai maggiori esperti italiani di problematiche energetiche.
• Pubblicazioni della letteratura economica che illustrano i tentativi delle scienze economiche di modellare il mercato del petrolio per prevederne l’evoluzione.
• Articoli di quotidiani e siti internet che sono stati consultati quotidianamente per seguire i più recenti sviluppi del mercato del petrolio.
Oltre a questi strumenti, che si potrebbero definire “classici”, a supporto dell’analisi del mercato petrolifero è stata utilizzata la Dinamica dei Sistemi che è senza dubbio uno strumento “potente” per racchiudere analiticamente l’interezza del mercato petrolifero poiché, per le sue relazioni circolari e dinamiche, è in grado di cogliere aspetti che spesso sono provocati dalla reazione stessa del sistema agli stimoli dei suoi protagonisti. Pertanto, come completamento dell’analisi che si realizza nei primi due capitoli della tesi, è stato elaborato un modello dinamico valutativo, naturale prosecuzione dello studio effettuato da Fabio Sferra nel 2006 , che trova spazio nel terzo ed ultimo capitolo dell’elaborato.
Il modello si pone l’obiettivo di prevedere l’evoluzione del prezzo del petrolio in diversi possibili scenari futuri, tutti orientati a stimare l’impatto delle tecnologie rinnovabili come principali candidati a sostituire l’impiego del petrolio nella produzione elettrica. A tal proposito, si sostiene la tesi che nell’immediato futuro la produzione petrolifera possa raggiungere un “picco produttivo” superato il quale si realizzerà un lento ma irreversibile declino, come peraltro i più recenti dati provenienti dai paesi produttori sembrano confermare.
Le conclusioni a cui si giunge, attraverso l’impiego del modello nell’analisi di scenario, sono le seguenti:
• Grazie all’innovazione tecnologica nel campo delle rinnovabili, prezzo del petrolio e delle rinnovabili tendono, nel futuro, ad assumere prezzi simili, in quanto fonti energetiche sostituibili tra loro. Si ritiene necessario, a questo proposito, impostare una politica energetica che sussidi l’impiego delle rinnovabili poiché, si dimostra nel modello, un maggiore tasso di penetrazione delle energie “verdi” porta ad una crescita economica più sostenuta.
• La possibilità che un’innovazione radicale permetta all’industria petrolifera di aumentare notevolmente la produzione di greggio consente di rimandare al futuro la sfida mondiale di trovare una fonte di energia sostitutiva al petrolio, ma non risolve i problemi di dipendenza dell’economia mondiale che sono solamente traslati di qualche decennio (nella migliore ipotesi, di circa 30 anni);
• Il probabile declino della quota di energia primaria prodotta dal petrolio dovrà essere sostituita con un mix delle fonti attualmente a disposizione, nonostante in alcuni settori, come quello chimico e – probabilmente – dei trasporti, i derivati del petrolio rimarranno i veri protagonisti, in attesa di una rivoluzione tecnologica per il momento non ancora realizzata.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 Premessa introduttiva Quando, nel settembre 2007, sono iniziati i lavori preliminari di questo scritto, il titolo provvisorio enfatizzava una soglia di prezzo che il petrolio non aveva mai raggiunto storicamente e che i maggiori esperti mondiali vedevano come limite invalicabile oltre il quale l‟economia mondiale sarebbe entrata in profonda recessione: la barriera dei cento dollari al barile. In effetti, con un prezzo del petrolio che oscillava intorno ai 70-80 dollari al barile, un valore a tre cifre sembrava ancora lontano ed associato allo spettro della crisi economica mondiale. Poi è giunto il 2008 ed il mercato del petrolio si è ritrovato, il 3 gennaio alle 12.20 (ora di New York), a convivere forzatamente con la materia prima, descritta più volte come la linfa vitale dell‟economia planetaria, che superava la pericolosa barriera dei cento dollari, proiettando incertezze e ombre sulle aspettative future di crescita economica. Come il grafico successivo dimostra, gli argomenti associati al petrolio, dopo essere stati accantonati per più di vent‟anni al termine degli shock petroliferi degli anni ‟70, sono ritornati recentemente ad essere mainstream e di interesse collettivo attraverso (1) il buon successo commerciale di alcune pubblicazioni, a carattere divulgativo, che discutono di prospettive energetiche, tensioni del mercato petrolifero ed energie alternative e (2) la nascita, su Internet, di nuovi canali di informazione quotidiana che si occupano di monitorare costantemente il flusso di informazioni che giunge dal mercato del petrolio e di renderlo comprensibile al più ampio pubblico possibile. Trend di ricerche della parola "petrolio" su Google: si nota un pronunciato accentuarsi negli ultimi 12 mesi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bardi
barile a 100 dollari
crescita prezzo petrolio
dinamica dei sistemi
energie rinnovabili
hubbert
inflazione
maugeri
mercato energetico
mercato petrolifero
oil price
paper barrels
petrolio
picco del petrolio
shock petrolifero

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi