Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Load Path Method: dalle strutture in cemento armato alle strutture in muratura

Il presente lavoro si propone di approfondire i concetti alla base di un modello di analisi delle strutture: il metodo del percorso del carico (Load Path Method: LPM). Si sperimenterà sulle strutture in muratura la sua efficacia e la sua utilità alle diverse scale cui ci si trova ad operare: dalla concezione generale del progetto, alla definizione più puntuale del dettaglio costruttivo, i principi che muovono la modellazione sono gli stessi.
Ci si pone l'obiettivo di approfondire e di far propria una modalità di approccio alla progettazione strutturale che non si limiti al rispetto di formulazioni teoriche e di verifiche esclusivamente numeriche, ma che presenti il vantaggio ulteriore della prefigurazione geometrica dei fenomeni.

Seppur il modello LP interpreti il problema per vie semplici, in realtà non si ferma ad una lettura solamente intuitiva della correlazione tra forma e struttura. La versatilità del modello, anticipando i risultati del calcolo per mezzo di profili formali, permette una facile comprensione del comportamento della struttura non solo nei confronti della sua configurazione iniziale ma anche una previsione circa la sua evoluzione.

Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa Il presente lavoro si propone di approfondire i concetti alla base di un modello di analisi delle strutture: il metodo del percorso del carico (Load Path Method: LPM). Si sperimenterà sulle strutture in muratura la sua efficacia e la sua utilità alle diverse scale cui ci si trova ad operare: dalla concezione generale del progetto, alla definizione più puntuale del dettaglio costruttivo, i principi che muovono la modellazione sono gli stessi. L’obiettivo di questa tesi è dunque quello di approfondire e di far propria una modalità di approccio alla progettazione strutturale che non si limita al rispetto di formulazioni teoriche e di verifiche esclusivamente numeriche, ma che presenti il vantaggio ulteriore della prefigurazione geometrica dei fenomeni. Nonostante la discussione su queste tematiche sia iniziata in parallelo allo nascita della moderna tecnica costruttiva del cemento armato, il metodo ha avuto solo di recente una definitiva affermazione e sviluppo, come pure recente è la sua codifica nella normativa di ambito. E’ bene precisare che, seppur il modello LP interpreti il problema per vie semplici, in realtà non si ferma ad una lettura solamente intuitiva della correlazione tra forma e struttura. La versatilità del modello non è limitata, come già accennato, alla sua possibilità di applicazione alle diverse scale ma, anticipando i risultati del calcolo per mezzo di profili formali permette una facile comprensione del comportamento della struttura non solo nei confronti della sua configurazione iniziale ma una previsione circa la sua evoluzione.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Pietro Russo Contatta »

Composta da 187 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1719 click dal 05/02/2009.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.