Skip to content

La revisione contabile alla luce della nuova riforma del diritto societario

Informazioni tesi

  Autore: Vincenzo Agnese
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Libera Univ. Internaz. di Studi Soc. G.Carli-(LUISS) di Roma
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: RAFFAELE LENER
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 82

Gli obiettivi posti alla base della riforma del Diritto Societario sono molteplici e diversificati, tra questi un ruolo dominante e rivestito dall'esigenza di introdurre un più efficace e penetrante sistema di controlli da compiere per mezzo di una separazione di funzioni: al collegio sindacale il controllo legale, al revisore contabile il controllo contabile.Nel corso della trattazione saranno analizzati gli aspetti più interessanti ed innovativi della riforma del diritto societario relativamente al controllo contabile.
L'originario assetto dei controlli era incentrato su un organo interno, il collegio sindacale, al quale erano affidati tanto compiti di controllo di legalità sostanziale dell' attività amministrativa, quanto compiti di controlli in materia contabile.
Il nuovo sistema quindi si incentra sulla separazione tra il controllo amministrativo delle società ed il controllo contabile. Il primo risulta sempre affidate ad un organo interno che a seconda del modello di amministrazione adottato può essere il collegio sindacale o il consiglio di sorveglianza, oppure ancora il comitato per il controllo sulla gestione. I secondi invece vengono esercitati da un organo quale potrebbe essere un revisore contabile oppure una società di revisione iscritti nel registro istituito presso il ministero della giustizia. Ovviamente a tale normativa base di riferimento vi sono delle eccezioni che saranno analizzate dettagliatamente nel corso della trattazione.
Oltre ad analizzare i soggetti che si occuperanno della revisione contabile nei diversi casi, analizzeremo anche i contenuti del controllo contabile disciplinati dall’ art. 2409- ter, che sembra rivolto esclusivamente ai revisori ed alle società di revisione, ma si può ritenere che riguardi anche il collegio sindacale. Ai fini dello svolgimento dell’incarico, vengono riconosciuti al soggetto incaricato del controllo contabile anche poteri d’informazione ( art. 2409- septies) e di ispezioni. Si parlerà diffusamente anche del conferimento dell’incarico che, verrà effettuato dall’assemblea sentito il parere del collegio sindacale e della revoca dell’incarico dove vedremo che il soggetto incaricato del controllo contabile gode delle stesse garanzie previste per i sindaci cioè: la ricorrenza di una giusta causa e l’approvazione del tribunale; sia il conferimento che la revoca dell’incarico sono disciplinati dall’art. 2409- quater.
Inoltre non saranno tralasciati gli aspetti legati alle << cause di ineleggibilità e decadenza >> menzionate nell’art. 2409- quinquies, gli aspetti relativi all’indipendenza del revisore ed alle sue responsabilità, quest’ ultime regolate dall’ art. 2409- sexies.
La trattazione non si esime dal dare conto dei rilievi e delle osservazioni critiche sollevate dalla dottrina in relazione ai punti deboli della nuova disciplina del controllo contabile nell’ innovativo contesto societario, ma soprattutto la loro critica è stata indispensabile per comprendere le carenze ma anche i punti di forza.


CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Pagina 3 INTRODUZIONE. Gli obiettivi posti alla base della riforma del diritto societario delegata dalla Legge 366/2001 ed attuata per mezzo del D. Lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 e dal D. Lgs. 6 febbraio 2004 sono molteplici e diversificati. Sicuramente un ruolo dominante è rivestito dall’esigenza: - conferire maggiore flessibilità e duttilità al sistema del diritto societario; - di rompere il forte legame che unisce le s.r.l. alle s.p.a. al fine di creare due insiemi di norme autonomi e organici idonei a rappresentare, rispettivamente, l’impresa medio-piccola, a ristretta base sociale, ove i soci sono di regola anche gli amministratori e la grande impresa, di regola orientata all’apertura del proprio capitale al mercato degli investitori; - di introdurre un più efficace e penetrante sistema di controlli da compiere per mezzo di una separazione di funzioni, al collegio sindacale il controllo legale, al revisore contabile il controllo contabile. Nel corso della trattazione saranno analizzati gli aspetti più interessanti ed innovativi della riforma del diritto societario relativamente al controllo contabile; l’intero § 4 (dall’art. 2409- bis all’art. 2409- septies) della Sezione VI bis (Dell’ amministrazione e del controllo) del Capo V (Società per azioni) del codice civile è dedicato al controllo contabile. Tale assetto dei controlli contabili rappresenta il momento finale di un processo evolutivo che si è dipanato nel tempo a partire dalla metà degli anni 70. L'originario assetto dei controlli era incentrato su un organo interno, il collegio sindacale, al quale erano affidati tanto compiti di controllo di legalità sostanziale dell' attività amministrativa, quanto compiti di controlli in materia contabile. Al collegio sindacale infatti era affidato il compito di controllare l'amministrazione della società, di vigilare sull'osservanza della legge dell' atto costitutivo nonché di accertare la regolare tenuta della contabilità sociale, la corrispondenza del bilancio alle risultanze dei libri e delle scritture contabili e l'osservanza delle norme per la valutazione del patrimonio sociale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi