Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi dello stato tecnologico del reparto di Neurochirurgia dell’Azienda Policlinico “Umberto I” rispetto ai requisiti di accreditamento

Il lavoro di questa tesi si pone come obiettivo quello di studiare la procedura di accreditamento nelle strutture sanitarie italiane. Lo schema organizzativo del presente lavoro è il seguente.
Nel primo capitolo si farà un breve richiamo del significato del termine “accreditamento” con particolare riferimento allo stato dell’arte in Italia. Verrà poi illustrata la procedura da seguire per una struttura che intenda accreditarsi. Nel capitolo 2 si analizzeranno i requisiti strutturali e tecnologici di tre regioni in particolare: Emilia Romagna, Lazio e Sicilia e verrà effettuato un confronto tra di esse.
Nel capitolo 3 si prenderà in considerazione il blocco operatorio del reparto di neurochirurgia dell’azienda Policlinico “Umberto I” di Roma, in relazione all’attività di tirocinio ivi svolta, e verrà verificata la corrispondenza dei requisiti tecnologici di tale blocco. Nel capitolo 4 infine, verrà analizzato uno strumento in particolare: l’ELETTROBISTURI elencando le norme tecniche necessarie ai fini dell’accreditamento.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L’ingegnere clinico è una figura importante nell’ambito dell’acquisizione di tecnologie biomediche all’interno di un’azienda ospedaliera per migliorarne la qualità del servizio. Egli ha il delicato compito di monitorare e controllare le singole attività che influenzano la qualità del servizio erogato prevedendo per ciascuna di esse delle procedure specifiche. Dalla consulenza della programmazione degli acquisti, in cui vengono definiti i bisogni e verificata la coerenza con i piani aziendali al fine di una valutazione economica, alla consulenza per l’acquisizione dei singoli dispositivi, in cui vengono predisposti i disciplinari tecnici completi di quanto necessario per un’ottimale acquisizione. Il Servizio di Ingegneria Clinica inoltre, per facilitare la gestione delle apparecchiature installate, deve organizzare un inventario e provvedere alla manutenzione preventiva e correttiva dei dispositivi e degli impianti predisponendo un piano generale di manutenzione che tenga conto della criticità delle apparecchiature e delle funzioni di utilizzo. In ultimo ha il compito di effettuare controlli sui dispositivi installati, sulla sicurezza elettrica e sulla loro funzionalità per accertare il mantenimento delle prestazioni dichiarate, e di occuparsi della dismissione delle apparecchiature qualora la sicurezza elettrica e la funzionalità delle stesse non siano conformi e risolvibili o economicamente convenienti. In questo lavoro di tesi viene descritta l’esperienza lavorativa svoltasi presso il Servizio di Ingegneria Clinica dell’ Azienda Policlinico” Umberto I “di Roma basata sull’analisi della tematica relativa all’accreditamento di una struttura sanitaria. L’ingegnere clinico è lo strumento essenziale per l’accreditamento nell’ambito dell’acquisto di apparecchiature biomediche. La maggior parte dei pazienti che si rivolgono ad una struttura ospedaliera teme che coloro che lo hanno in cura possano incorrere in errori dalle gravi 3

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Alberto Latini Contatta »

Composta da 80 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1783 click dal 03/09/2008.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.