Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Contratto di franchising e disciplina legislativa

La presente tesi ha lo scopo di studiare approfonditamente il contratto di franchising, anche alla luce della nuova legislazione italiana emanata nel 2004, cui la dottrina, tuttavia, non ha risparmiato pesanti critiche.
In particolare, il primo capitolo è dedicato all’analisi evolutiva del franchising, partendo dal secondo dopoguerra, periodo in cui tale figura iniziò a svilupparsi, con l’esame la storica sentenza “Pronuptia” che dettò le prime basi giurisprudenziali in materia, arrivando successivamente ai Regolamenti emessi in ambito comunitario con lo scopo di regolare il franchising, per poi occuparsi dei primi commenti alla Legge n. 129 del 2004 italiana sul franchising.
Il secondo capitolo è riservato allo studio della disciplina del franchising, e al confronto con altri contratti tipici del nostro ordinamento, descrivendo le diverse tipologie esistenti di tale istituto, la struttura, gli elementi caratteristici e i soggetti coinvolti.
Il terzo capitolo, invece, affronta la tematica centrale concernente la Legge n. 129 del 2004, il primo intervento normativo italiano in materia di franchising, molto criticato a causa delle scarse novità apportate, in quanto non regola compiutamente il contenuto di tale contratto, ma si limita a dettare alcune norme in materia di tutela del contraente più debole.
L’intento è, quindi, quello di analizzare a fondo tale Legge, col supporto delle osservazioni provenienti dalla dottrina italiana, cercando anche di valutare se si manifesti la necessità di un nuovo intervento del Legislatore in materia di franchising, seguendo la nuova proposta di legge presentata nel 2007 che, se approvata, abrogherebbe la normativa appena entrata in vigore.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE La competizione su scala globale ed i rapidi progressi tecnologici verificatesi negli ultimi decenni hanno creato grandi opportunità per le aziende, ma hanno anche causato l’aumento degli investimenti necessari per poter dare inizio ad attività di business rendendo così sempre più difficile per le aziende la possibilità di trarre vantaggi economici in modo autonomo. In questa nuovo modello di economia, ad emergere sono così le forme di organizzazione “a rete”, nell’ambito delle quali il franchising svolge un ruolo di rilievo, sia per il crescente successo che ha incontrato in molti mercati, sia per i vantaggi che esso comporta. Questa tipologia di contratto permette infatti la cooperazione tra grandi imprese e piccoli imprenditori che si aiutano reciprocamente a svilupparsi in mercati sempre più competitivi creando rapporti di alleanza, accordi e strutture di servizi comuni. Il franchising permette inoltre di integrare i vantaggi della grande organizzazione - quali efficienza, stabilità, affidabilità e controllo - con quelli dei piccoli sistemi - come flessibilità, innovazione, creatività e apprendimento -. I primi permettono di approfondire le conoscenze e l’esperienza, i secondi consentono di allargare, attraverso lo sviluppo delle capacità di relazione, il campo di attività. Il franchising è un fenomeno commerciale nato negli Stati Uniti dopo la Seconda Guerra Mondiale 1 , periodo in cui la scarsità di mezzi finanziari ostacolava l’espansione commerciale di piccole e medie imprese, e si affermò proprio in quanto presentava vantaggi sia per il franchisee (o affiliato) che per il franchisor (o affiliante). Con il passare del tempo, il franchising ha trovato frequente applicazione anche in Europa: in un primo momento si è verificato uno “sfruttamento” del mercato europeo da parte dei franchisors americani, mentre in una seconda fase, 1 Alcuni ritengono sia nato molto tempo prima, ma mancano le testimonianze per dimostrarlo. Cfr. A. Dassi, Il contratto di franchising, Padova, 2006, pag.2.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Eleonora De Molli Contatta »

Composta da 155 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6151 click dal 28/08/2008.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.