Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'emigrazione italiana in Argentina nel secondo dopoguerra

la tesi verte sull'emigrazione italiana nella Repubblica Argentina, evidenziando gli aspetti storici, politici e sociali dello stato sudamericano e della neonata republica italiana. si evidenzia la situazione associazionistica italiana in Argentina e i contrasti tra i neo arrivati e gli italiani naturalizzati. particolare rilievo viene dato agli accordi tra repubblica argentina e italiana in materia finanziaria e di emigrazione e alla fuga fascista e nazista verso l'Argentina peronista.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Questo lavoro è scaturito dalla convinzione che probabilmente il tema trattato sia di grande attualità, poiché in un clima di arrivi, clandestini e non, sulle coste italiane, alcuni, forse, non ricorderanno che l’Italia è stata uno dei primi paesi da cui sono partiti milioni di persone in cerca di fortuna. In particolar modo la meta privilegiata da questi ultimi è stata il Nuovo Mondo, dove si poteva aspirare ad avere una seconda vita nella quale giocarsi tutte le proprie chances di successo; nel secondo dopoguerra soprattutto la Repubblica argentina, in pieno boom economico, appariva agli occhi degli italiani come la nuova terra promessa, nella quale poter realizzare il sogno di prosperità 1 . Tuttavia l’emigrazione che si ebbe nella Repubblica del Plata 2 nella seconda metà del Novecento non fu simile alla prima ondata migratoria che caratterizzò la fine del XIX e l’inizio del XX secolo, a causa del cambiamento della situazione internazionale, sia politico-sociale che economica. Per ciò che riguarda le modalità seguite nel reperimento delle fonti bibliografiche, di grande aiuto sono state la consultazione di documenti, in particolar modo in castellano 3 e inglese, reperiti presso, la biblioteca di scienze sociali dell’Università di Napoli “l’Orientale”, la biblioteca dell’istituto italo latino americano di Roma e la consultazione di materiali presso la sede del C.S.E.R. 4 .                                                             1 Cfr. L. CAPUZZI, La frontiera immaginata. Profilo politico e sociale dell'immigrazione italiana in Argentina nel secondo dopoguerra, Milano, Franco Angeli, 2006, p. 100. 2 È l’altro nome che viene dato all’Argentina poiché si fa riferimento all’arrivo dei conquistadores in terra argentina e in particolare nel mar del Plata, la foce del più importante fiume argentino. 3 In America latina, sebbene castellano e spagnolo siano la stessa cosa, si preferisce usare quest’ultima parola, proprio per distanziarsi dai conquistadores europei. 4 Centro Studi Emigrazione di Roma. 2  

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Christian D'andrea Contatta »

Composta da 41 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7251 click dal 02/09/2008.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.