Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gerusalemme. Una questione territoriale irrisolvibile - una prospettiva geografica

Gerusalemme: un conflitto territoriale irrisolvibile. Una prospettiva geografica”, 366 pagg., ill., 18.07.2006. Lo scopo della ricerca è mostrare come la costruzione politica della città dal 1967 ha portato all'intrattabilità del conflitto per il controllo e la spartizione della città, specialmente all'interno del frame dei negoziati. La tesi analizza attraverso una prospettiva poststrutturalista l'impiego di tecnologie e dispositivi del governo della città - dall'urbanistica all0architettura, dall'archeologia alla monumentalità, dalle politiche urbane alle politiche securitarie e difensive - si mostra si sia reificato il controllo de facto su tutta la città da parte dello stato israeliano. Nonostante questa pratica governamentale il popolo palestinese continua ancora attivamente a preservare le sue aree mentre alcuni amministratori, politici ed attivisti israeliani si adoperano per migliorare le condizioni dei palestinesi legate all'abitare, all'accesso eguale alle risorse e preservare la propria identità.
Ma nel quadro geopolitico internazionale nubi scure si addensano sulla città santa e sul processo di pace che pare non ripartire mai.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione ***

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Emanuele Bompan Contatta »

Composta da 346 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1406 click dal 23/06/2009.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.