Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Telecomunicazioni, informatica, elettronica e media 1990-'95: un'analisi empirica della "convergenza" multimediale

Il lavoro di tesi esplora il tema della convergenza di differenti settori industriali nel campo del multimediale, tramite un approccio statistico/quantitativo supportato da teorie resource-based ed evoluzionistiche.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 CAPITOLO 1 INTRODUZIONE Sempre maggiore attenzione viene riservata dai media agli eventi che si susseguono con crescente frequenza nell’ambito dei servizi e dei sistemi “multimediali”: fusioni, acquisizioni, partecipazioni incrociate, joint ventures, e alleanze strategiche stanno coinvolgendo in varia misura imprese appartenenti a settori molto diversi: le telecomunicazioni, l’informatica, i media, la televisione via cavo e via satellite, l’elettronica di consumo, l’industria aerospaziale ed altri ancora. Il fenomeno della cosiddetta “convergenza” è in gran parte dovuto all’eterogeneità degli assets materiali e immateriali necessari per la produzione e la distribuzione di un’applicazione multimediale: la catena del valore si articola infatti in più stadi riguardanti rispettivamente i terminali, i componenti e i sistemi hardware, il software, le reti di comunicazione, sia di trasporto che di accesso, la fornitura del servizio, i contenuti informativi; la produzione e la gestione di tali oggetti richiede risorse e competenze differenti, spesso patrimonio di un particolare tipo di impresa. La complessità e il grado di novità dei modelli di produzione e consumo generati dal

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Andrea De Vita Contatta »

Composta da 284 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1766 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.