Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Progettazione e sintesi di derivati pirrolidinodionici inibitori della Farnesil transferasi a struttura mimetica del FPP

I derivati a nucleo pirrolidinodionico risultano un buon compromesso per la sintesi di inibitori della Farnesil transferasi. La progettazione di questo tipo di ligandi è stata effettuata considerando alcune strutture attive e da ligandi derivati da sostanze naturali.

Mostra/Nascondi contenuto.
La conoscenza dei meccanismi biochimici che sono alla base della regolazione della divisione cellulare, fisiologica e neoplastica, è sempre in continua crescita. Soprattutto l’identificazione di alcune tipiche mutazioni e alterazioni associate allo sviluppo di cellule cancerose ha stimolato la ricerca di nuove molecole in grado di regolare questi meccanismi con l’obiettivo di attuare una strategia più fine e razionale nella terapia del cancro rispetto alla classica chemioterapia e radioterapia, di cui sono ben noti i limiti e gli effetti collaterali sul paziente. Alcuni dei geni le cui mutazioni sono spesso responsabili della trasformazione tumorale della cellula sono i “tumor suppressor genes”, i geni che regolano la corretta replicazione del DNA, i geni che codificano per enzimi riparanti il DNA e gli oncogeni. Tra questi ci sono i nuovi target biochimici studiati per la terapia del cancro quali ad esempio la farnesil transferasi e le fosfatasi a funzione mista o duale Ser/Thr il cui meccanismo e le cui caratteristiche verranno trattate in maniera più specifica in quanto argomento di questa tesi. 4

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Farmacia

Autore: Giovanni Scancariello Contatta »

Composta da 76 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 371 click dal 08/09/2008.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:
×