Skip to content

Un caso particolare di comunità virtuale: Second Life

Informazioni tesi

  Autore: Pietro Brunato
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: leonardo buzzavo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 70

Un tema particolarmente attuale e interessante è quello rappresentato dalle comunità virtuali, un insieme vasto ed eterogeneo di realtà che si sta notevolmente sviluppando in internet, con dei risvolti sociologici ed economici di tutto rilievo. Questo lavoro si concentrerà su una di queste, Second Life, mondo virtuale tridimensionale, a nostro avviso particolarmente interessante per tutta una serie di caratteristiche che la contraddistinguono, non da ultimo l'esponenziale, anche se in termini assoluti ancora modesto (a confronto con altre realtà del cosiddetto Web 2.0), incremento dei suoi membri, del quale può essere utile capirne le ragioni, e la sua sostenibilità nel tempo.
Alcune tra le sue caratteristiche che rendono un'analisi dal punto di vista economico degna di interesse a nostro parere sono: una notevole capacità di rispondere al sempre maggior bisogno dello persone di vivere il consumo come un'esperienza, nell'ambito di un paradigma più ampio e generale di smaterializzazione del valore; lo sviluppo al suo interno, in un contesto quindi completamente digitale, di una propria economia, sostenuta dalla circolazione di una moneta convertibile in dollari americani. Quest'ultimo punto sarà tuttavia oggetto di un'attenzione più modesta rispetto al primo. La tesi si articola nel seguente modo.

Il primo capitolo parlerà dell'economia dell'immateriale, cercando di utilizzare spunti teorici in materia nella misura in cui possono essere utili a capire il fenomeno delle comunità virtuali in internet. Si spiegherà come e perchè l'economia attuale stia creando sempre più valore da elementi immateriali, tanto che, come per Second Life, tutta l'offerta può basarsi su elementi immateriali/virtuali, e quali sono le sue logiche. Dopo una breve illustrazione della cosiddetta economia digitale, in quanto aspetto cardine del contesto in cui Second Life nasce e si sviluppa si cercherà di inquadrare i principali aspetti economico-sociali delle comunità virtuali e di quello che è stato definito "Web 2.0". In questo capitolo la trattazione non sarà riferita specificatamente a S.L. ma ad un fenomeno più generale, nel quale Second Life trova la sua ragion d'essere, e al quale può essere ricondotto.

Il secondo capitolo traccerà la genesi di questa comunità virtuale, com'è nata, come si è evoluta, lo "stato dell'arte" attuale ma sopratutto se si tratta di un'idea completamente originale o se, viceversa, deriva da idee ed esperienze precedenti alle quali s'ispira. Dopo un approfondimento sulla sua economia interna, il capitolo proseguirà con una breve analisi di alcune community simili, mettendo in luce gli aspetti per i quali Second Life si distingue da esse e quelli che invece la accomunano.

Il terzo sarà la parte della tesi nella quale si tratterà del modello di business su cui poggia Second Life. La definizione del modello di business spiegherà come la società Linden Lab, che gestisce questa comunità, trae profitto da essa. Il riferimento teorico principale sarà al modello della co-configuration per spiegare come venga creato valore. Quest'analisi servirà da punto di partenza per il successivo approfondimento circa la sostenibilità del suo modello di business, mettendo in luce quali possano essere gli elementi in grado di giocare un ruolo favorevole, ovvero sfavorevole alla stessa. Sostenibilità che, in particolare, verrà ricondotta alla capacità di "generare traffico", vale a dire di attrarre nuovi utenti e di fidelizzare quelli esistenti e alla possibilità di mantenere un livello accettabile di sicurezza e d'ordine per la comunità. L'attrattività sarà considerata come funzione della possibilità per gli utenti di vivere attraverso Second Life esperienze ricche di contenuto interessanti e stimolanti, ma anche delle possibilità a disposizione di soggetti giuridici terzi. Si sosterrà inoltre che un futuro processo volto a garantire l'interoperabilità tra diverse web-community può essere la chiave di volta che permetterebbe il pieno sfruttamento delle economie di rete, rafforzando così la sostenibilità del business model. A questo si aggiunge una corrente di pensiero interessante che si sta facendo strada da più pari, che si basa su come il passaggio dalle due dimensioni del web attuale, alle tre di S.L. possa essere paragonato, per portata del fenomeno, al passaggio dalla modalità Dos alla modalità ipertestuale con icone, e che quindi il 3D possa essere l'elemento caratterizzante il web del prossimo futuro.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Un tema particolarmente attuale e interessante è quello rappresentato dalle comunità virtuali, un insieme vasto ed eterogeneo di realtà che si sta notevolmente sviluppando in internet, con dei risvolti sociologici ed economici di tutto rilievo. Questo lavoro si concentrerà su una di queste, Second Life, mondo virtuale tridimensionale, a nostro avviso particolarmente interessante per tutta una serie di caratteristiche che la contraddistinguono, non da ultimo l'esponenziale, anche se in termini assoluti ancora modesto (a confronto con altre realtà del cosiddetto Web 2.0), incremento dei suoi membri, del quale può essere utile capirne le ragioni, e la sua sostenibilità nel tempo. Alcune tra le sue caratteristiche che rendono un'analisi dal punto di vista economico degna di interesse a nostro parere sono: una notevole capacità di rispondere al sempre maggior bisogno dello persone di vivere il consumo come un'esperienza, nell'ambito di un paradigma più ampio e generale di smaterializzazione del valore; lo sviluppo al suo interno, in un contesto quindi completamente digitale, di una propria economia, sostenuta dalla circolazione di una moneta convertibile in dollari americani. Quest'ultimo punto sarà tuttavia oggetto di un'attenzione più modesta rispetto al primo. La tesi si articola nel seguente modo. Il primo capitolo parlerà dell'economia dell'immateriale, cercando di utilizzare spunti teorici in materia nella misura in cui possono essere utili a capire il fenomeno delle comunità virtuali in internet. Si spiegherà come e perchè l'economia attuale stia creando sempre più valore da elementi immateriali, tanto che, come per Second Life, tutta l'offerta può basarsi su elementi immateriali/virtuali, e quali sono le sue logiche. Dopo una breve illustrazione della cosiddetta economia digitale, in quanto aspetto cardine del contesto in cui Second Life nasce e si sviluppa si cercherà di inquadrare i principali aspetti economico-sociali delle comunità virtuali e di quello che è stato definito "Web 2.0". In questo capitolo la trattazione non sarà riferita specificatamente a S.L. ma ad un fenomeno più generale, nel quale Second Life trova la sua ragion d'essere, e al quale può essere ricondotto. 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi