Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Musei e nuove tecnologie: un prototipo di palmare per il territorio di Montereale Valcellina

Obiettivo della tesi è la sperimentazione di una nuova tecnologia come applicazione in ambito museale: una guida multimediale su palmare.
In collaborazione con il Circolo Culturale Menocchio per i contenuti e l’azienda Proposita.sas per la parte tecnica, è stata progettata, realizzata e testata una guida per il sentiero storico – naturalistico del Castello di Montereale Valcellina (PN). Il dispositivo ha lo scopo di accompagnare il visitatore nel percorso esterno prestabilito, lungo il quale viene continuamente localizzato tramite il sistema GPS. In corrispondenza di ognuno degli otto punti di sosta proposti, la guida fornisce informazioni relative ai luoghi visibili.
E’ stato inoltre progettato un ipotetico utilizzo delle guide su palmare anche in altri contesti museali, nell’ottica di rendere più concreta la messa in rete dei musei presenti nel territorio dell’Ecomuseo del Friuli Occidentale “Lis Aganis”. Particolare attenzione è stata dedicata al tentativo di rendere la guida il più intuitiva possibile, semplice da comprendere anche per gli utenti che non abbiano familiarità con le nuove tecnologie e i dispositivi palmari.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Le applicazioni multimediali stanno occupando un ruolo sempre piø di primo piano fra gli strumenti comunicativi e divulgativi utilizzati nei musei per aiutare il visitatore a conoscere e comprendere gli oggetti esposti: schermi di diverse dimensioni spesso touch screen, audio guide digitali, installazioni interattive e dispositivi portatili sono sempre piø diffusi, anche grazie ai loro costi sempre piø accessibili.. Rispetto ai tradizionali strumenti comunicativi (didascalie e pannelli testuali, guide organizzate di gruppo), le nuove tecnologie offrono la possibilit di ampliare le modalit di visita e le informazioni da offrire al pubblico, dal punto di vista della quantit e della qualit : oltre a testi e immagini si possono proporre video, suoni e percorsi interattivi in modo semplice, veloce, personalizzato ed efficace. Il pubblico dei musei Ł cambiato e sono cambiate le sue esigenze: deve quindi cambiare anche il modo di comunicare con esso, per stimolarlo continuamente a conoscere, domandare e riflettere. La tesi si divide in una parte teorica sull utilizzo delle nuove tecnologie nei musei e in una sperimentale nella quale si descrive come Ł stata progettata, realizzata e testata la guida multimediale per il sentiero storico-naturalistico del Castello di Montereale Valcellina (PN). Nella prima parte della tesi sono state analizzate le nuove tendenze dei musei dal punto di vista comunicativo e le tecnologie introdotte negli ultimi anni (capitolo 1). L attenzione si Ł poi concentrata su uno di questi strumenti: il computer palmare o PDA (Personal Digital Assistant), che integra in sØ le potenzialit di un audio guida, di un navigatore e di un computer. Il palmare Ł il dispositivo che si sta diffondendo maggiormente nei musei e nelle citt (soprattutto quelle a vocaz ione turistica) per le sue caratteristiche di portabilit , maneggevolezza, flessibilit , multimed ialit e interattivit . E infatti un dispositivo di piccole dimensioni che pu contenere una enorme quantit di informazioni di qualsiasi argomento, suddivise in schede facilmente reperibili secondo gli interessi di ciascun utente e fruibili attraverso piø codici linguistici (testo, immagine, audio, video, ). Una guida multimediale su palmare accompagna il visitatore lungo dei percorsi che possono essere sia interni sia esterni, localizzandosi automaticamente nello spazio e aprendo una finestra virtuale, una realt aumentata, sui singoli oggetti , ovvero un livello informativo che non intacca l ambiente fisico, ma ne amplia il valore. Il secondo capitolo esamina tutte le principali caratteristiche del palmare, dai punti di vista hardware e software, le potenzialit e le criticit di un suo utilizzo in ambiente museale, gli

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Chiara Vialmin Contatta »

Composta da 142 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1577 click dal 12/09/2008.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.